17.5 C
Palermo
martedì, 16 Aprile 2024
HomeBuone praticheUnicredit Start Lab, iscrizioni aperte fino al 17 aprile per Start-up e Pmi innovative

Unicredit Start Lab, iscrizioni aperte fino al 17 aprile per Start-up e Pmi innovative

Presentata a Palermo la piattaforma nata per assistere le realtà imprenditoriali nel percorso di crescita e nello sviluppo di partnership strategiche con cui interagire. Focus su strategie e risorse con numerosi esperti, che hanno affrontato il tema da prospettive differenti

Yuri Testaverde
Yuri Testaverde
Ha studiato Scienze Politiche all'Università La Sapienza di Roma. Impegnato nel mondo sociale, è stato membro attivo di diversi progetti in ambito socio-politico tra Roma e Palermo, dove ha curato le pubbliche relazioni per il network RenUrban. Dal 2018 collabora con il mensile Cntn e, da ottobre 2020, con "Il Mediterraneo 24"
spot_img
  • arietegemelli width=cancro
    leoneverginebilanciascorpione
    sagittariocapricornoacquariopesci
spot_img

PALERMO. Tappa siciliana appena conclusa per il Roadshow di UniCredit Start Lab, la piattaforma di business per guidare ed aiutare start-up e PMI innovative nel proprio progetto d’impresa.
Iniziata nel 2013 e giunta ormai all’undicesima edizione, UniCredit Start Lab ha l’obiettivo di assistere le realtà imprenditoriali nel percorso di crescita e nello sviluppo di partnership strategiche con cui interagire, confermandosi così un punto di riferimento nazionale a sostegno del settore.

UniCredit è, infatti, presente con una rete capillare non solo su tutto il territorio nazionale (in Sicilia 204 filiali), ma anche a livello europeo e con network a livello internazionale.
I progetti vincitori, che saranno all’incirca 60 anche quest’anno, beneficeranno di un supporto dedicato per servizi bancari ad hoc e nello sviluppo del proprio network, percorsi di mentoring ed attività di formazione manageriale in ottica internazionale. Insomma, si aiuta nuove realtà a diventare più consapevoli del proprio potenziale e a svilupparlo con metodo.

Per l’edizione 2024, le iscrizioni sono aperte fino al 17 aprile (https://www.unicreditstartlab.eu/it/startup/iscrizione.html), proseguendo così il percorso che ha portato, nel corso delle precedenti edizioni, ad analizzare circa 7400 progetti imprenditoriali di nuova generazione, a finanziare 2500 start-up e PMI innovative e al supporto di oltre 560 start-up verso percorsi di crescita, aumentandone le opportunità di business e investimento, lo sviluppo dal punto di vista manageriale e la visibilità sul mercato.

Tra le altre novità, l’edizione 2024 vedrà coinvolti 6 Corporate Partners – Barilla, Cisco, Fincantieri, Granarolo, Iren e Jakala – che individueranno tra le finaliste una o più start-up a cui offrire diverse opportunità di collaborazione.

Il Roadshow di Palermo, molto partecipato, dal titolo: “Innovare per crescere: strategie e risorse a sostegno delle start-up e dell’ecosistema”, ha visto la presenza e l’intervento di Salvatore Malandrino (Regional Manager UniCredit Sicilia), Guido Barcellona (Segr.Gen. Camera di Commercio di Palermo), Sebastiano Bongiovanni (Vice-Presidente della Piccola Industria di Confindustria Sicilia), e le tavole rotonde moderate da Antonio Giordano (Innovation Island) in cui sono intervenuti Giusy Stanziola (Start Lab & Development Programs di UniCredit), Danilo Mazzara (Strategy Advisor, Founder& Ceo di Skillforequity.com), Massimiliano Costa (Founder Develhope), e ancora Nicola Redi (Managing Partner, Obloo Ventures), Giuseppe Di Matteo (IP Attorney at Law, Barzanò&Zanardo), Iolanda Riolo (Presidente IRFIS, Finsicilia), Pasquale Pignalosa (Business Development Specialist, Invitalia) e Riccardo Del Bianco (Head of Corporate Business UniCredit Sicilia).

In particolare, Salvatore Malandrino ha sottolineato l’impegno e la consapevolezza di UniCredit dell’importanza di fare rete nel sistema dell’innovazione per sostenere le realtà imprenditoriali, soffermandosi anche sul dato che il 7% delle idee di imprese nazionali provenga dalla Sicilia e che, su 49 business plan analizzati lo scorso anno, la maggior parte provenisse da realtà costituite da Under 35, confermando la sana voglia della Sicilia di emergere nell’ambito dell’autoimprenditorialità.

Giusy Stanziola ha ricordato i dati relativi alle iniziative di supporto alle start-up, alle corporate partnership e fornitori di UniCredit, finendo poi per soffermarsi sui dettagli del processo di selezione secondo cui vengono analizzate le candidature, che lo scorso anno furono ben 690, scegliendone poi 60 sul territorio nazionale.

Nel suo intervento, Massimiliano Costa ha potuto descrivere l’esperienza di partecipazione della sua start-up Develhope all’edizione 2022 di UniCredit Start Lab, suggerendo ai possibili sottoscrittori di puntare su un chiaro modello di business, sul networking e sul mettere in conto la possibilità di fallire nelle prime esperienze, ma di farsi guidare dalla passione e dalla cura degli strumenti finanziari più adatti per la realizzazione dei propri obiettivi nel lungo termine.

Danilo Mazzara, Strategy Advisor e Founder& Ceo di Skillforequity.com, ha incentrato il suo intervento sull’importanza delle skills nel mondo di oggi, in cui le tecnologie “scadono” dopo pochissimo tempo, facendo dunque leva sulle proprie competenze, sulla determinazione e sulla flessibilità dello sviluppo dei modelli più consoni all’attività che si vuole portare avanti, dando spazio al ruolo del mentor e all’ambito del coaching, che può aiutare a valorizzare al meglio queste grandi potenzialità.

Iolanda Riolo ha elencato le misure in favore dei giovani fino a 46 anni e delle donne senza limiti di età per aver accesso a prestiti a fondo agevolato e microcredito, come ad esempio Fondo Sicilia e Fare Impresa, le cui domande possono pervenire ancora fino al 19 marzo (www.fareimpresainsicilia.it) annunciando che in futuro possa nuovamente ripresentarsi la possibilità di rivedere Ripresa Sicilia.

Pasquale Pignalosa ha parlato delle misure di Invitalia a supporto di start-up e PMI (www.invitalia.it), come Smart&Start e Resto al Sud, ma anche dei vari servizi di orientamento ed accompagnamento legati alla presentazione delle domande, specificando che la Sicilia risulta essere al 5°posto delle domande accettate da Invitalia e che Sistema Italia Startup sia il network istituzionale dell’innovazione creato per mettere in rete le imprese e i territori che fanno innovazione.

Numerosi anche gli spunti di riflessione che ha generato l’intervento dell’avvocato Giuseppe Di Matteo, che ha invitato a non sottovalutare gli aspetti legati alla registrazione di marchi e brevetti per tutelarsi dai tentativi di utilizzo improprio o violazione da parte di terzi, e ad informarsi sulle procedure da adottare per tutelarsi e per far rispettare i propri diritti, soprattutto in prospettiva di futuro successo dell’impresa.

Dall’evento è emerso un dato comune sulla necessità e sulla volontà di fare rete, dell’importanza del network per il raggiungimento di obiettivi che possano essere non solo della singola impresa, ma di tutto il sistema economico-finanziario.
I prossimi appuntamenti nazionali del Roadshow sono previsti a Roma il 27 febbraio e a Napoli il 5 marzo, mentre l’evento conclusivo si terrà a Milano il 12 marzo. Per maggiori informazioni sulla partecipazione all’UniCredit Start Lab, si può scrivere a: unicreditstartlab@unicredit.eu.

spot_img

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Twitter

spot_img