17.5 C
Palermo
martedì, 16 Aprile 2024
Homedal Mediterraneodalle periferieTrauma per giovane disabile a causa di una buca: la solidarietà dal Tavolo del Comune e dal Garante

Trauma per giovane disabile a causa di una buca: la solidarietà dal Tavolo del Comune e dal Garante

Pochi giorni fa, l'incidente che ha causato un trauma facciale, la frattura del naso e diverse ferite al volto. Sollecitati degli interventi urgenti a tutela dell'incolumità delle persone con mobilità ridotta

Lilia Ricca
Lilia Ricca
Giornalista pubblicista, laureata in Comunicazione per le Culture e le Arti all'Università degli Studi di Palermo, con un master in Editoria e Produzione Musicale all'Università IULM di Milano. Si occupa di cultura, turismo e spettacoli per diverse testate online e da addetto stampa. Scrive di sociale per "Il Mediterraneo 24"
spot_img
  • arietegemelli width=cancro
    leoneverginebilanciascorpione
    sagittariocapricornoacquariopesci
spot_img

PALERMO. Pochi giorni fa, la disavventura di una ventisettenne disabile in carrozzina, con un trauma facciale, la frattura del naso e diverse ferite al volto, arrecati da un incidente in una buca avvenuto durante una normale passeggiata in via Serradifalco a Palermo.

Espressioni di solidarietà e vicinanza giungono dai componenti del Tavolo Accessibilità e Mobilità del Comune di Palermo, coordinato da Giusy Scafidi, e dal Garante Comunale per i Diritti delle persone con Disabilità, Pasquale Di Maggio, che sollecitano degli interventi urgenti.

I componenti del Tavolo Accessibilità e Mobilità del Comune di Palermodichiara Giusy Scafidi -, parte integrante del Comitato Territoriale per i Diritti delle Persone con Disabilità, esprimono solidarietà alla giovane con problemi di disabilità riguardo il brutto incidente di cui è stata vittima nei giorni scorsi a Palermo.

Una rovinosa caduta dalla carrozzina che le ha procurato la rottura del setto nasale causata da una delle tante buche presenti lungo le strade palermitane. La rabbia della giovane non può passare inascoltata e necessita di risposte, quelle risposte che anche i componenti del Tavolo Mobilità attendono da parecchi mesi“, dice Scafidi.

E continua, evidenziando le ripetute segnalazioni più volte fatte agli assessorati comunali di competenza, sul problema delle barriere architettoniche in città.

Abbiamo più volte tentato un incontro per la mancata attuazione dei PEBA (Piani per l’abbattimento delle barriere architettoniche). Abbiamo durante alcuni incontri con l’assessore, evidenziato i problemi di accesso sui marciapiedi e per le strade, la presenza dei monopattini lasciati dovunque, impedendo la libertà di muoversi, alle persone con mobilità ridotta. Adesso, la tenuta fragile dell’asfalto alle prime piogge, che crea buche ovunque, riporta alla luce la grave lentezza di interventi nelle strade diventate piuttosto pericolose”.

Dunque, una sollecitazione d’intervento rivolta agli assessorati di competenza e al Garante della Disabilità, che risponde successivamente con una nota.

Chiediamo all’assessora alle Politiche Sociali, Rosi Pennino, e al Garante della Disabilità, Pasquale Di Maggio, che ringraziamo per il supporto che dà alle nostre istanze continua Scafidi -, di accelerare, con urgenza, presso gli assessorati di competenza, gli interventi stradali a tutela dell’incolumità delle persone con disabilità e mobilità ridotta.

Queste e altre istanze saranno oggetto di discussione al prossimo incontro con la cabina di regia, e con il Garante per la tutela delle persone con Disabilità, perché, le persone non ricadano ancor di più nell’isolamento già aggravato dalla loro condizione”, conclude Scafidi.

Una nota arriva dal Garante per i Diritti delle Persone con Disabilità del Comune di Palermo, Pasquale Di Maggio.

“Esprimo piena solidarietà alla nostra concittadina in ‘carrozzina’ che è stata vittima, a causa di una buca, di una caduta. Ribadisco, con forza, come già fatto in altre sedi, la necessità urgente di realizzare tutti gli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione per la rimozione degli ‘ostacoli’ che limitano la possibilità delle persone in sedia a rotelle di agire, muoversi e partecipare alla vita sociale. Si tratta di una battaglia di civiltà per la difesa ed il rispetto dei diritti. Abbiamo il dovere di agire in tal senso e senza alcun indugio. Mi farò, come ho già fatto in questi mesi, portavoce di questa istanza nelle sedi opportune, certo che l’Amministrazione Comunale saprà agire di conseguenza come già fatto in altre circostanze”.

spot_img

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Twitter

spot_img