21 C
Palermo
domenica, 16 Giugno 2024
Homedal MediterraneoSiciliaIgor Scalisi Palminteri dipinge San Francesco d'Assisi a Belmonte Mezzagno

Igor Scalisi Palminteri dipinge San Francesco d’Assisi a Belmonte Mezzagno

Il murale si intitola "Per Sorella Madre Terra" ed è stato commissionato dall'Ordine Francescano Secolare locale. L'inaugurazione il 24 giugno

spot_img
  • arietegemelli width=cancro
    leoneverginebilanciascorpione
    sagittariocapricornoacquariopesci
spot_img
- Advertisement -

PALERMO. Un richiamo al rapporto simbiotico dell’essere umano con la natura, con il Creato: questo è il messaggio che Igor Scalisi Palminteri trasmette con la sua opera dedicata a San Francesco, dal titolo ‘Per Sorella Madre Terra’, realizzata a Belmonte Mezzagno, per riaffermare l’intensa relazione d’amore tra Essere Umano e Natura.
L’opera, commissionata dall’Ordine Francescano Secolare di Belmonte Mezzagno, sarà inaugurata ufficialmente il 24 giugno e promuove i valori della salvaguardia dell’ambiente e della protezione del patrimonio naturale. Attraverso l’arte, Igor Scalisi Palminteri richiama alle proprie responsabilità la comunità e le istituzioni a preservare e tutelare le bellezze naturali del nostro territorio.
Il murale raffigura il volto di San Francesco, realizzato per la prima volta da Igor Scalisi Palminteri, circondato dagli uccelli.”San Francesco – afferma l’artista – si studia in letteratura. Oltre ad essere il Patrono d’Italia, che ha istituito un nuovo ordine di frati, quello dei Francescani, è colui che ha capito il senso della vita, cioè vivere in fraternità. È stato un poeta, un cantore, uno scrittore. La sua composizione più famosa, il Cantico delle Creature, è un meraviglioso canto a Dio ma anche a tutto ciò che è il Creato, verso cui San Francesco aveva enorme rispetto. La sua figura – prosegue – è decisamente contemporanea: egli ci insegna a vivere con gli animali, ad avere cura degli alberi, ci insegna a guardare le montagne, a camminare a piedi nudi sulla terra. È questo il messaggio che mi ha portato a dipingerlo”.
Per la realizzazione dell’opera l’artista si è ispirato al volto del cantante Alessio Bondì: “Quando ho creato la sua copertina per il disco ‘Nivuru’ l’ho immaginato proprio come un San Francesco cantore: in estasi, felice di cantare la canzone più bella”, spiega Scalisi Palminteri.

Igor Scalisi Palminteri

Un lavoro che è la sintesi tra l’espressione artistica e l’esperienza umana di Igor Scalisi Palminteri, un tempo frate: “Quello che faccio è il frutto del mio percorso di vita – spiega -, dell’incontro con i frati Cappuccini, degli anni trascorsi all’Accademia di Belle Arti e del lavoro svolto con i bambini”.
L’uso vibrante del colore e la maestria dell’artista nel creare dettagli vivaci donano all’opera una sensazione di vitalità e di speranza. Attraverso il suo lavoro, Igor Scalisi Palminteri ha desiderato stimolare una riflessione profonda sulla necessità di preservare l’ambiente naturale per le generazioni future, in modo che possano godere delle stesse meraviglie che noi abbiamo avuto la fortuna di ammirare.
Una forma di espressione artistica che fotografa a pieno i principi ispiratori del Francescanesimo: “In occasione del centenario dell’erezione della nostra fraternità francescana, 23 giugno 1923- 23 giugno 2023, abbiamo ritenuto opportuno lasciare una traccia della nostra presenza nella nostra comunità visibile alla cittadinanza – dichiara Giovanna Ferraro, Ministra dell’Ordine Francescano Secolare -, un messaggio di pace e di amore per il Creato, come ci insegna il nostro Padre San Francesco. Abbiamo dato mandato al pittore Igor Scalisi Palminteri di realizzare nel centro storico del nostro paese un murale che rappresentasse San Francesco d’Assisi. L’interpretazione che ne dà Igor trasmette in pieno questo messaggio alla comunità di Belmonte Mezzagno. Gli siamo grati”.
“In questo racconto  commenta Igor Scalisi Palminteri – c’è la bellezza di avere ritrovato l’Ordine Francescano Secolare, il terzo Ordine fondato da San Francesco in vita, dopo quello dei Frati e delle Clarisse: persone laiche che incontro dopo venti anni. È stato bellissimo per me tornare qui e incontrare di nuovo queste persone. Una fraternità che mi lega a questo luogo”.

- Ad -
spot_img

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Twitter

spot_img