21.1 C
Palermo
mercoledì, 28 Settembre 2022
Editoriali"Piazza Magione nel degrado, inaccettabile il disimpegno dell'amministrazione"

“Piazza Magione nel degrado, inaccettabile il disimpegno dell’amministrazione”

La nuova denuncia del Comitato Addiopizzo, dopo che non si è potuta disputare una partita nel campetto per le condizioni pericolose in cui versa

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

PALERMO. Come si fa a parlare di diritti, di bene comune, di cura e bellezza in un luogo abbandonato all’incuria e al degrado?
Ieri non è stato possibile giocare la partita di Calciando in rete perché il responsabile del centro aggregativo Padre Nostro di Brancaccio non ha, giustamente, voluto giocare nel campetto di piazza Magione per le condizioni pericolose e vergognose in cui versa.

A piazza Magione da molti anni investiamo l’impegno di volontari e risorse economiche provenienti da donazioni di privati cittadini per rendere questo spazio inclusivo e accogliente. Uno spazio di socialità che non sia più luogo di degrado, povertà, incuria e abbandono bensì di diritti e aggregazione. Da qui l’area giochi realizzata per bambine e bambini nel 2016 dopo un percorso di progettazione partecipata che ha coinvolto residenti e associazioni del quartiere; attività ed iniziative di inclusione sociale con famiglie e ragazzi della Kalsa che vivono in condizioni di marginalità; il più recente rifacimento della strada davanti alla scuola Ferrara con un ulteriore spazio ludico, sempre frutto di donazioni di tanti cittadini.

Dispiace e amareggia molto questo stato di degrado e di incuria, ma è ancora più inaccettabile il disimpegno di chi ha finora amministrato questa città a cui da anni, prima ancora della pandemia, sono stati rivolte richieste e appelli rimasti inascoltati.

Comitato Addiopizzo

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img