17.5 C
Palermo
martedì, 16 Aprile 2024
HomeEditorialiUn sogno che diventa realtà: garantire il diritto d’istruzione ai bambini tamil

Un sogno che diventa realtà: garantire il diritto d’istruzione ai bambini tamil

Stefano Edward aveva lanciato un appello per aiutare, attraverso la Caritas diocesana di Mannar (Sri Lanka), i bambini tamil in difficoltà per proseguire i loro studi. Un successo straordinario, ben 40 bambini aiutati con donazioni provenienti dalla Polonia e dalla Sicilia

Stefano Edward Puvanendrarajah
Stefano Edward Puvanendrarajah
Laureato in Comunicazione Pubblica, d’impresa e pubblicità presso l’Università di Palermo e digital marketing specialist. Racconta le realtà associative che si occupano del sociale in Sicilia e la vita quotidiana delle comunità migranti siciliane, utilizzando i nuovi media
spot_img
  • arietegemelli width=cancro
    leoneverginebilanciascorpione
    sagittariocapricornoacquariopesci
spot_img

“L’istruzione è l’arma più potente per cambiare il mondo”, questa frase, di Nelson Mandela, è stata la mia fonte di ispirazione per pensare ad una delle iniziative più belle da realizzare nella terra delle mie radici familiari.

Il riferimento a Mandela, tra l’altro, non è casuale. Lui è stato colui che ha lottato contro l’Apartheid e ha portato un modello di cambiamento nel Sudafrica basato sul rispetto dei diritti umani, quello stesso cambiamento che auspico possa attuarsi in quella piccola isola martoriata da problematiche sociali, economiche e politiche e nella quale una riconciliazione e un’armonia tra le tante diversità etnico-religiose sembra quasi una utopia, portando con sé le ferite del passato ancora difficili da rimarginare.

Ecco, da qui è nata questa mia iniziativa e nulla nasce per caso. La decisione di scegliere Mannar come luogo è dovuto ad alcuni fattori:

1)     la presenza di uno dei Santuari Mariani più importanti dell’isola quello di Madhu dove Papa Francesco, durante la visita papale del 2015, aveva lanciato un messaggio volto al dialogo e alla fratellanza i popoli;

2)     la popolazione tamil ha difficoltà economico sociali rilevanti che rendono difficile il vivere quotidiano a causa degli aumenti di prezzi nei beni di prima necessità.

La sensibilità, la trasparenza nel fornire le informazioni e la disponibilità dei sacerdoti responsabili della Caritas Valvuthayam di Mannar hanno reso un sogno che è diventato realtà. Tanti sono stati gli ostacoli burocratici (cambio di valuta, gestione con le banche, ecc.) ma il risultato finale è stato straordinario.

Ben 40 bambini tamil della scuola primaria dell’istituto Montessori di Mannar hanno ricevuto i materiali scolastici per poter proseguire i propri studi grazie alle tante donazioni provenienti dalla Sicilia e, a sorpresa, dalla Polonia. Adesso ci sarà una speranza che si accende, il loro impegno, il loro sorriso potranno contribuire alla loro leadership del futuro. Una leadership che conoscerà l’umiltà, la dedizione e una mission con una visione glocal con la diaspora nel mondo ai fini di creare bellezza e ricchezza sostenibile.  Auspico pertanto che questi bambini possano diventare medici, ingegneri, giornalisti, architetti, insegnanti e costruire una società senza barriere.

Un doveroso ringraziamento va alla redazione de Il Mediterraneo24 e al direttore Filippo Passantino, per aver diffuso l’appello e contributo ulteriormente al successo di questa lodevole iniziativa. Credo nel “Noi società”, una società dove la pace possa prevalere sull’odio attraverso le “buone notizie” che nascono da ognuno di noi, portatori di sorrisi ed energia positiva. 

spot_img

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Twitter

spot_img