16.9 C
Palermo
venerdì, 7 Ottobre 2022
HomeIn SiciliaEuromedA Palermo fa tappa il progetto Restart Med: un summit sul turismo sostenibile nel Mediterraneo

A Palermo fa tappa il progetto Restart Med: un summit sul turismo sostenibile nel Mediterraneo

L'iniziativa nel World Tourism Day, il 27 settembre. Sarà presentato un bando destinato ai fornitori di prodotti turistici sostenibili di tutte le zone della Sicilia

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

PALERMO. Un bando per il finanziamento di operatori del Turismo in Sicilia. Lo ha aperto il progetto  RESTART MED! che celebrerà il World Tourism Day martedì 27 settembre, dalle 9 alle 18, con un summit organizzato dal CISP – Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli – presso le Officine Baronali a Palermo. Il bando è destinato ai fornitori di prodotti turistici sostenibili di tutte le zone della Sicilia. Le aziende possono richiedere sovvenzioni per finanziare iniziative di visibilità delle proprie attività. Il valore dei finanziamenti è compreso tra i 5 e i 15 mila euro. La scadenza per le domande è fissata per il prossimo 14 ottobre. Il bando sarà uno degli argomenti che saranno affrontati a Palermo il 27 settembre da esponenti internazionali del Turismo.

In Sicilia tra aprile e agosto 2022, il Progetto Restart Med ha realizzato tre sessioni di formazione progettate specificamente per gli operatori turistici siciliani, organizzate  dal capofila del progetto, il CISP, Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli. 40 operatori del turismo privato, provenienti specialmente dalla zona della Via Selinuntina, sono stati formati su temi che loro stessi avevano indicato come prioritari per le loro attività commerciali, tra questi marketing e social media marketing e commercio on line attraverso agenzie turistiche e siti di prenotazione. Le formazioni sono state adattate al contesto del settore turistico siciliano, caratterizzato da un’ampia offerta di opportunità formative già esistenti e operatori per lo più di piccola scala a conduzione familiare. Agli operatori è stato offerto un supporto concreto per il social media marketing e il posizionamento commerciale delle aziende, adattando anche i prodotti turistici ai mercati di riferimento, nonché il follow-up e il tutoraggio, inclusa la visita della formatrice alle strutture della via Selinuntina. Altre sessioni di formazione sono previste per i prossimi mesi.

Secondo le Nazioni Unite, quest’anno “Il World Tourism Day sarà celebrato mentre è in atto il riconoscimento del turismo come un pilastro cruciale dello sviluppo e i mentre progressi a riguardo sono a buon punto”. In quale direzione si sta muovendo il turismo? E cosa possiamo fare per favorirne uno sviluppo che sia sostenibile?

Il summit RESTART MED! risponderà a queste domande nel corso della giornata con il contributo di rappresentanti di Ministeri, autorità locali, organizzazioni della società civile, imprenditori, giovani e università da molti paesi del Mediterraneo.

“Migliori politiche per accrescere la sostenibilità del turismo nel Mediterraneo”, questo il sottotitolo del summit, guiderà i partecipanti a discutere e proporre politiche per un efficace sviluppo del turismo sostenibile nell’area Mediterranea, considerata come una unica, grande destinazione turistica con sfide comuni.

La giornata includerà presentazioni, panel tematici e focus group e sarà trasmessa anche online permettendo la partecipazione di pubblico da tutto il mondo. L’evento si svolgerà in inglese e italiano, con servizio di interpretariato.

Il progetto – RESTART MED! – REvitalization of Sustainable Tourism Across Regions in The MEDiterranean – è un progetto da €1,1M co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il Programma ENI CBC MED Programme. È guidato dalla ONG CISP e implementato in Giordania, Italia, Libano, Spagna e Tunisia assieme ai partner di CROSSDEV, Med GAIMS, Med Pearls, and Medusa.

L’organizzatore – Il CISP, Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli, è una ONG italiana che dal 1983 opera nella cooperazione internazionale e nella lotta all’esclusione sociale. il CISP è operativo in più di 30 Paesi con interventi per l’affermazione dei diritti fondamentali e l’inclusione sociale, la lotta contro le diseguaglianze e l’ingiustizia sociale, la creazione di opportunità economiche e sociali, per la tutela e la protezione sociale delle persone marginalizzate ed escluse.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie