20.1 C
Palermo
lunedì, 26 Settembre 2022
HomeIn SiciliaIsole minoriL'Agricola Mpidusa pianta 40 nuovi alberi da frutto

L’Agricola Mpidusa pianta 40 nuovi alberi da frutto

L'iniziativa della cooperativa sociale per aumentare la biodiversità a Lampedusa e riportare sull'isola specie ormai rare

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

LAMPEDUSA. L’Agricola Mpidusa ha piantato 40 nuovi alberi da frutto siciliani, con l’obiettivo di aumentare la biodiversità a Lampedusa. Lo ha annunciato la stessa cooperativa sociale agricola di comunità attiva nell’isola. Tra gli altri obiettivi dell’iniziativa soprattutto quello di contribuire a riportare a Lampedusa alcune specie ormai rare che stanno scomparendo, vittime di fenomeni di erosione del suolo e di abbandono negli anni passati.

Insieme ai volontari e agli utenti-ortisti del Centro Diurno – spiega una nota di Agricola Mpidusa pubblicata su Facebook – abbiamo piantumato varietà antiche di albicocco, pero, melograno, melo, gelso e pesco, mandorlo e fico. Gli alberi, 40 in totale, sono arrivati grazie all’intervento di zeroCO2, società che realizza progetti di riforestazione e afforestazione in diversi luoghi del mondo. La messa a dimora di queste piante ci permetterà di produrre frutta per la comunità e riforestare i terreni, aiutandoli ad assorbire l’anidride carbonica dall’atmosfera“.

Alcuni alberi – i più resistenti al vento – sono stati trapiantati in modo da formare una vera e propria “barriera naturale”, capace di attenuare l’effetto del maestrale che corre lungo il vallone di Contrada Imbriacola. Altri invece – i più sensibili – sono stati collocati nell’area adibita a “giardino biodiverso”, protetti da lentischi e olivi, così che possano crescere sani e forti. “Vogliamo rendere il nostro campo sempre più bello e curato, ricco di biodiversità e capace di ospitare un’agricoltura in armonia con l’ambiente. Un altro tassello è stato messo: ora avremo cura di questi nuovi arrivati, per poter godere un giorno della loro ombra benefica e cogliere i frutti che ci regaleranno“.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img