32.1 C
Palermo
mercoledì, 6 Luglio 2022
HomeIn SiciliaRiva SudIl Ciss, la "mediterraneitudine" e l'impegno per il Ghana

Il Ciss, la “mediterraneitudine” e l’impegno per il Ghana

Dai servizi igienici essenziali alla prevenzione della tratta e del lavoro minorile, Margherita Maniscalco racconta l’impegno attivo dell'ong nel Paese africano attraverso i 4 progetti attivi nei vari ambiti sociali

Stefano Edward Puvanendrarajah
Stefano Edward Puvanendrarajah
Laureato in comunicazione pubblica d'impresa e pubblicità presso l'Università di Palermo, è attivista dei diritti umani con esperienze pregresse di rappresentanza politica e sociale della comunità tamil palermitana

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

PALERMO. Un impegno per valorizzare i diritti umani e la cooperazione internazionale attraverso l’implementazione di 4 progetti attivi nei vari ambiti sociali, in Ghana. È l’impegno del Ciss, ong palermitana, di cui ci parla Margherita Maniscalco, operatrice e responsabile dei progetti per il Ghana dell’ong.

Un progetto contro la deforestazione in Ghana: Sustainable Livelihoods

Un progetto che mira a valorizzare l’ambiente circostante contrastando la deforestazione e creare una economia sostenibile attraverso la piantumazione degli anacardi e il sostegno all’apicoltura. È su questo trait d’union che si muove il progetto “Sustainable Livelihoods che vede il Ciss ente capofila e la partnership con NECPAD e RUDEYA: “Le zone della savana sono più colpite dai cambiamenti climatici, ne conseguono i processi di deforestazione e desertificazione in atto nel nord del paese”, dichiara Margherita Maniscalco, operatrice del Ciss.

Margherita Maniscalco, operatrice Ciss

Da ciò ne deriva una migrazione verso la città, in particolare da parte delle giovani donne che provengono dalla Northern Region dove il Ciss ha attivato un hub rurale nella località di Tamale e che vivono in condizioni critiche in quest’area lavoriamo supportando gli agricoltori che hanno investito nella coltivazione dell’anacardo che, sebbene sia  ad oggi destinata prevalentemente all’esportazione, può essere valorizzata per la sicurezza alimentare della popolazione in quanto l’anacardo è un alimento ricco di nutrienti ed inoltre, e il suo albero cresce, anche in tempi celeri, in condizioni di siccità”.
Maniscalco annuncia anche un altro impegno: “Stiamo sostenendo le donne di queste aree rurali e promuovendo l’integrazione dell’apicoltura alla coltivazione dell’anacardo perché reputiamo che la produzione del miele possa giovare la produzione di anacardi ed al contempo creare nuove opportunità di impiego nell’economia locale”.

Con “Garid” garantiti i servizi igienici essenziali in Ghana

Garantire i servizi igienici essenziali a Nima, una baraccopoli di Accra, in cui vi sono oltre 60.000 persone residenti prevenendo altresì le inondazioni dovute alle grandi piogge. È su questi due punti centrali che verte il progetto “Garid”, coordinato dal governo ghanese e che vede Ciss e NECPAD coinvolti nell’erogazione di servizi: “Durante la mia missione sul campo abbiamo visitato Nima, zona molto centrale di Accra, una metropoli immensa dove abbiamo realizzato diverse attività di progettazione partecipata con la comunità, preparatorie alla realizzazione delle infrastrutture che dovranno servire a contenere e a prevenire le inondazioni – dichiara Maniscalco -. Noi lavoreremo sui  canali secondari e terziari che cercheranno di far sì che quando ci sarà il periodo delle piogge le case non vadano distrutte e ci sia una raccolta dele acque reflue. Proprio nella zona di Nima vediamo la presenza di giovani donne migranti venditrici che, in condizioni veramente critiche, trascorrono le notti nell’area del mercato, dove con grande difficoltà accedono ai servizi igienici; a Nima vi sono soltanto 5 bagni pubblici e la maggior parte delle abitazioni precarie è priva di bagni”.

Palermo e Sekondi Takoradi città “gemelle”

Un gemellaggio tra la città di Palermo e Sekondi Takoradi che ha visto la realizzazione di attività formative e laboratoriali per soggetti con competenze specifiche nei vari settori. “Da Gennaio abbiamo avviato il progetto TWIN CITIES IN SUSTAINABLE PARTNERSHIP, follow-up dell’accordo di gemellaggio tra Palermo e Sekondi Takoradi promosso dall’Console Onorario del Ghana in Sicilia, l’avvocato Francesco Campagna – ricorda Maniscalco –. Qui abbiamo realizzato un laboratorio di progettazione sociale con lo staff della municipalità e abbiamo lavorato con gli addetti alla pianificazione urbanistica, dei servizi sociali  e gli ingegneri della municipalità”.

Un progetto per prevenire tratta e lavoro minorile

“Sustainable Nets” è un progetto legato alla prevenzione della tratta e del lavoro minorile nel territorio circostante il lago Volta, territorio in cui è possibile riscontrare una massiccia presenza di minori dediti alla pesca. “SUSTAINABLE NETS è coordinato da NECPAD con la partnership nostra  e di RUDEYA – afferma Maniscalco – insieme stiamo lavorando per creare un coordinamento nazionale per la prevenzione del lavoro minorile, sensibilizzando, in particolare, gli insegnanti delle diverse aree e con loro faremo diverse azioni che culmineranno nella giornata contro il lavoro minorile che si terrà il 12 giugno e stiamo altresì realizzando un documentario”. 

L’impegno del Ciss anche per altri Paesi africani

Il Ciss, grazie alla sua esperienza pluriennale nel continente africano, non si fermerà soltanto al Ghana, anzi, dalle parole di Margherita Maniscalco, si evince una forte volontà di attenzionare altri paesi, tra cui la Nigeria con un progetto di durata breve ma intenso nei suoi contenuti e nei suoi obiettivi centrali: “Il Ciss ha avuto nella sua storia interventi in Congo, in Etiopia, Paesi veramente straordinari, e prossimamente inizieremo un ciclo di workshop sul tema della democrazia e del dialogo pacifico e interculturale rivolto ai giovani della Nigeria che si intitola  Swing into action che è sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; con un’associazione locale nigeriana – dichiara con emozione Maniscalco -. Realizzeremo un ciclo di workshop itineranti e sarà una occasione per noi di poter portare dei piccoli tasselli di questa nostra mediterraneatudine ed i valori che sono cari a tutti noi, democrazia, rispetto dei diritti umani, intercultura”, conclude Maniscalco.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Restiamo in contatto!