21.1 C
Palermo
mercoledì, 28 Settembre 2022
HomeIn SiciliaSiciliaA Cefalù la differenziata diventa "digitale e intelligente"

A Cefalù la differenziata diventa “digitale e intelligente”

Il progetto, che comprende un sistema integrato di apparecchiature in rete, ha l’obiettivo di migliorare la quantità e soprattutto la qualità della raccolta differenziata e di attivare un sistema generale di vantaggi ed incentivi per i cittadini che si mostreranno disponibili verso comportamenti ecosostenibili.

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

CEFALÙ (PA). La raccolta differenziata dei rifiuti si avvia verso una nuova era a Cefalù, diventando più rispettosa per l’ambiente, automatizzata e “intelligente”.

L’amministrazione comunale, attraverso il suo assessorato all’Ambiente, ha infatti presentato un progetto per il miglioramento, la meccanizzazione e la digitalizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti urbani, chiamato “Sistema di raccolta differenziata digitale e intelligente“, da finanziarsi con i fondi Pnrr di un bando del ministero per la Transizione Ecologica.

Il progetto, che comprende un sistema integrato di apparecchiature in rete per la raccolta differenziata intelligente, dell’importo di 600 mila euro, ha l’obiettivo di migliorare la quantità e soprattutto la qualità della raccolta differenziata a Cefalù e di attivare un sistema generale di vantaggi ed incentivi per i cittadini che si mostreranno disponibili verso comportamenti eco sostenibili auspicati dall’amministrazione.

Si comincerà potenziando le funzioni del Centro comunale di raccolta, dotandolo, all’interno, di una pesa intelligente e all’esterno, a filo della recinzione, di bocche “smart” in cui i cittadini potranno conferire i loro rifiuti riciclabili.  Un’area attrezzata con accesso controllato consentirà poi di scambiare oggetti, dai piccoli elettrodomestici ai giocattoli non più usati. 

Un’Isola ecologica portuale sarà invece dedicata a raccogliere i rifiuti delle attività marinare, diportistiche e professionali, inclusa la plastica raccolta dal mare dai pescatori. 

Movida” è invece l’attività che incentiva alla differenziata legata ai locali e agli avventori dei locali che somministrano bevande, per i quali è previsto un programma di incentivazione specifica per invogliarli al conferimento controllato delle bottiglie, dei cartoni e dei residui di cibo, ottenendo così materiale di eccellente qualità, maggiore pulizia e decoro delle strade ed educazione attiva dei più giovani al rispetto dell’ambiente.

Eco-compattatori attrezzati raccoglieranno le bottiglie in PET altamente riciclabile, insieme ad altri tipi di materiale ad alto valore economico, ma anche ad alto impatto ambientale se abbandonati, come  flaconi in altri tipi di plastica, i piccoli apparecchi elettrici (RAEE) , tappi, buste e olio vegetale usato.

Il progetto, nel suo complesso, prevede misure contro l’abbandono incontrollato di rifiuti in alcune contrade del territorio comunale, con l’installazione di appositi recinti in cui poter conferire i rifiuti.  

“Sistema di raccolta differenziata digitale e intelligente”, quali vantaggi?

Un software dal nome “Green city”, accessibile anche con una app da cellulare, consentirà di partecipare ad Eco Vision, il programma di riconoscimento sociale dei comportamenti ecosostenibili, verificando le offerte promozionali degli operatori economici del territorio interessati al vero eco-marketing e i vantaggi di volta in volta offerti dall’amministrazione comunale. 

L’attenzione verso l’ambiente è stato uno dei pilastri del nostro mandato – ha affermato il sindaco Rosario Lapunzina – la differenziata è cresciuta in maniera esponenziale e oggi siamo pronti a portare avanti temi come il decoro, la pulizia e la tutela ambientale con nuovi, importanti obiettivi”. 

Il Comune di Cefalù ha anche partecipato al programma “Mangiaplastica” per l’acquisto di un Eco-compattatore ad alta capacità da attivare in piazza Colombo. In pratica un’isola ecologica informatizzata con compattatore “intelligente” in cui conferire bottiglie in pet e atre bocche di conferimento per materiali inquinanti come le batterie.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie