3.4 C
Palermo
mercoledì, 26 Gennaio 2022
HomeIn SiciliaSiciliaCampo estivo di Libera a Ispica, giovani a confronto su “lavoro, diritti e democrazia”

Campo estivo di Libera a Ispica, giovani a confronto su “lavoro, diritti e democrazia”

Tra i partecipanti, Alessandra Sarmentino, animatrice di comunità del Progetto Policoro dell'arcidiocesi di Palermo, che ci racconta la sua esperienza. Incontro anche con con la figlia di una vittima della mafia

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

ISPICA. Una settimana di formazione e impegno sui temi della legalità, a Ispica, con 25 volontari provenienti da tutta Italia. A organizzare il campo estivo, a Ispica, è stata Libera Sicilia. Luogo del raduno il convento dei Frati Minori.  
Le mattine sono state dedicate al lavoro in biblioteca; alla catalogazione dei libri e alla conservazione dei testi più antichi. I pomeriggi, invece, i giovani sono stati impegnati in diverse attività di formazione e di workshop. Ne è un esempio la trasferta a Vittoria per il confronto sui temi di “lavoro, diritti e democrazia”. In quell’occasione sono intervenuti il segretario generale Cgil Ragusa e alcuni rappresentanti del presidio Libera di Vittoria. A seguire, l’incontro con Eliana Incardona, figlia di Salvatore, brutalmente ucciso il 9 giugno 1989 perché ribellatosi alla mafia.
Tra i partecipanti, Alessandra Sarmentino, animatrice di comunità del Progetto Policoro dell’arcidiocesi di Palermo. Per lei è un momento di un percorso di formazione più ampio, a livello regionale e nazionale, grazie alla convenzione con alcuni enti e associazioni. “Ho scelto di frequentare questo campo estivo, perché da avvocato – riferisce – il tema della legalità per me è particolarmente importante. Volevo approfondire il tema dei beni confiscati con chi li gestisce in prima persona. Ma abbiamo avuto l’occasione di incontrare persone che ci hanno confidato il loro dolore e il loro impegno, come nel caso di familiari di vittime di mafia, tra cui Eliana Incardona”.

Tra gli altri appuntamenti, la visita al Centro diurno Super-Abili Noi, sorto su un bene confiscato alla mafia e il racconto dell’esperienza della Cooperativa Beppe Montana. Assieme ai rappresentanti di Legambiente è stato poi possibile visitare le Cave di Ispica e scoprire le bellezze del territorio. Incontrati anche gli operatori sociali di MediterraneanHope per discutere con loro sul tema dell’immigrazione e dell’accoglienza. Per concludere, il workshop “Raccontare la memoria per crescere LiberaMente” con Maria Giuliana Saletta e con Echino giornale bambino.

Il Covid ci ha tenuto un po’ distanti l’uno dagli altri, ma in questo caso siamo tornati a dividere spazi comuni – racconta Sarmentino -. Inizialmente ho vissuto un po’ con difficoltà questo aspetto. Ma con il passare dei giorni si è creato uno spirito di comunità. Avere approfondito i temi dell’integrazione con persone provenienti da diverse parti d’Italia mi ha riportato a una dimensione umana di condivisione. Perché da soli non si va da nessuna parte“. E, a proposito di condivisione, uno dei momenti più significativi è stato il momento finale del campo. “L’ultimo giorno abbiamo fatto una restituzione delle esperienze vissute. Ci è stato chiesto di portare un libro da condividere con gli altri. Ognuno di noi ha spiegato la propria scelta. In quel momento, vedevo negli occhi di tutti la voglia di stare insieme ma anche la consapevolezza che il campo fosse finito. Abbiamo capito che l’esperienza sarebbe continuata nella quotidianità e che non eravamo i soli spinti da quegli ideali. Uno dei partecipanti ha detto che forse non ci saremmo visti più ma che il mondo sarebbe stato per lui un posto migliore perché ci sono persone come tutti noi, piene di ideali e valori. Lo credo anche io e sono convinta che questa esperienza possa essere fonte di ricchezza per il mio operato di animatrice di comunità nei miei tre anni di impegno all’interno del Progetto Policoro dell’arcidiocesi“.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Restiamo in contatto!

Social

spot_img

Newsletter

*Campi Obbligatori
spot_img

Twitter