9.5 C
Palermo
domenica, 5 Dicembre 2021
HomeIn SiciliaSiciliaMarevivo, un concorso d'arte per ridare vita ai rifiuti abbandonati nell'ambiente

Marevivo, un concorso d’arte per ridare vita ai rifiuti abbandonati nell’ambiente

I rifiuti da trasformare in opere d’arte saranno raccolti dagli stessi artisti protagonisti del concorso sulla spiaggia della foce del Fiume Platani; dal materiale recuperato nascerà l’idea creativa

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

AGRIGENTO. Ritorna il concorso di Trash Art, ideato da Marevivo Sicilia come strumento innovativo per indurre una maggiore  sensibilizzazione nei confronti  delle emergenze ambientali. L’evento si svolgerà nella settimana compresa tra il 5 e l’10 luglio 2021. Protagonisti sempre i rifiuti, che mani sapienti trasformeranno in opere d’arte dense di significato educativo, utili ad accrescere l’attenzione generale sui temi della tutela dell’ambiente.

Il laboratorio d’arte sempre lo stesso: l’Oasi Marevivo di Eraclea Minoa  – Bovo Marina (AG), cuore pulsante dell’associazione, punto di arrivo di migliaia di studenti e giovani che vengono guidati verso il rispetto e una cittadinanza più attiva. Il luogo luogo dove è nata l’idea e dove ha preso vita il progetto quattro anni fa. Anche l’area dell’intervento ecologico che fornirà la materia prima agli artisti, rimane la stessa: la Foce del Fiume Platani, il corso d’acqua che sfocia in prossimità dell’Oasi e dove Marevivo l’anno scorso, grazie al contributo concesso dalla Fondazione CON IL SUD, che sostiene anche questa IV edizione del concorso Marine Litter Art, ha installato la barriera blocca plastica; lo stesso luogo dove è nato il Patto territoriale di Halykòs che vede da oltre due anni l’intera comunità del territorio del bacino del fiume impegnata nella riduzione dell’uso della plastica e  in una più corretta gestione dei rifiuti.

I rifiuti trasformati in opere d’arte, saranno raccolti dagli stessi artisti protagonisti del concorso che saranno coinvolti in una raccolta ecologica organizzata sulla spiaggia della Foce del Fiume Platani; dal materiale recuperato nascerà l’idea creativa e sarà data una nuova vita ai rifiuti, sostenendo l’importanza del riutilizzo, del non abbandono dei rifiuti nell’ambiente e i pericoli dell’iperconsumismo.

Tra il bosco e il mare saranno installate le officine di lavoro degli artisti, a cielo aperto  in una relazione intensa con la natura, in un luogo dove si sta combattendo per la tutela dei boschi e della spiaggia  da anni minacciata da una forte erosione. L’arte utilizzata come veicolo d’informazione e presa di coscienza sulle grandi emergenze ambientali. Quest’anno è prevista solo una sezione artistica alla quale concorrere, dedicata esclusivamente alle installazioni e alle sculture.

La direzione artistica è affidata  ancora una volta a  Giuseppe La Spada, l’artista milazzese che ha coordinato le precedenti tre edizioni di Marine Litter Art,  al quale quest’anno si affiancherà con il ruolo di codirettore la professoressa Graziella Bellone organizzatrice e curatrice di mostre d’arte. La giuria sarà composta, in qualità di presidente dalla dottoressa Valeria Li Vigni  Sovrintendente del Mare della Regione Siciliana, dai maestri d’arte Michele Canzoneri e Rossella Leone e dal restauratore d’arte e presidente della Commissione Cultura del Comune di Palermo Francesco Bertolino.

Siamo estremamente felici di essere riusciti ad organizzare la quarta edizione del concorso che quest’anno sarà promossa nell’ambito del progetto Halykòs e godrà del sostegno della Fondazione CON IL SUD  – dichiara Fabio Galluzzo di Marevivo Sicilia – l’evento segna anche  la ripresa delle nostre attività di sensibilizzazione per la difesa dell’ambiente, consentendoci di tornare in contatto con la gente e la natura. Quest’anno siamo riusciti ad ottener una nutrita partecipazione di concorrenti che  ha risposto a un  bando pubblicato il mese scorso e  che una prestigiosa commissione ha selezionato, valutandone l’esperienza e la coerenza delle produzioni con i temi del concorso”.

In questa edizione, alla tradizionale sessione di artisti senior si affiancherà una sessione speciale dedicata ai giovani, che s’inserisce nelle misure tese a sostenere le azioni di ripristino dei fondali marini e il recupero dei rifiuti, portata avanti in Sicilia dai consorzi dei pescatori dei CO.GE. PA. di Patti e Licata/Gela e ai quali è affidato il compito di fornire ai giovani artisti i rifiuti marini recuperati in mare che verranno trasformati in opere d’arte. Parteciperà all’evento, fuori concorso, il noto scultore Roberto Giordani. Il concorso prevede l’assegnazione di quattro premi in denaro da assegnare alle due categorie di partecipanti, adulti e giovani.

L’installazione delle opere d’arte, la strutturazione della mostra delle opere della categoria “giovani” e la premiazione è fissata per venerdì 9 luglio, mentre la mostra finale di tutte le opere e la premiazione della categoria senior è prevista per sabato 10, pomeriggio.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Restiamo in contatto!

Social

spot_img

Newsletter

*Campi Obbligatori
spot_img

Twitter