16.9 C
Palermo
venerdì, 7 Ottobre 2022
HomeIn SiciliaSiciliaValledolmo, da 130 anni la fraternità dell'Ordine francescano a servizio della comunità

Valledolmo, da 130 anni la fraternità dell’Ordine francescano a servizio della comunità

Tra le varie attività, sottoscritto con il Comune, come fraternità francescana secolare, un patto di collaborazione per la cura, la rigenerazione e la gestione di un bene comunale urbano

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

VALLEDOLMO. La Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Valledolmo provincia di Palermo e Diocesi di Cefalù, nel 2022, compie 130 anni dalla sua Erezione Canonica. Questa bella realtà è stata sempre inserita nella vita e nell’attività in seno alla Chiesa locale ed alla comunità. Per questo speciale “compleanno”, il Ministro, Pietro Calogero La Monica, ha curato un volumetto celebrativo, con la prefazione di Padre Salvatore Vacca, OFM cappuccini, Guardiano del Santuario di Gibilmanna, dal titolo: “A tutti dava una regola di vita”, la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Valledolmo nel 130° Anniversario della sua erezione canonica 1892-2022.

Il primo gruppo iniziale di fratelli e sorelle, affascinati dal carisma di Francesco d’Assisi, sulla scia della grande festa per il VI centenario della sua nascita (1282 -1882) hanno voluto intraprendere il cammino di vita evangelica sulle orme del Poverello di Assisi; il Ministro Provinciale dei Frati Minori Cappuccini di Messina, Padre Francesco Rizzo d’Alì, in data 16 febbraio 1883, dava all’Arciprete don Rosario Pietro Maria Sciavolino, la facoltà di curare spiritualmente il Terz’Ordine e di ammettere allo stesso nuovi fratelli e sorelle. Successivamente in data 14 febbraio 1892 è avvenuta l’erezione canonica di una “Congregazione del Terz’Ordine Francescano”, terminologia che si usava in passato. Fin dalla nascita la “Congregazione”, oggi Ordine Francescano Secolare, è stata sempre una Fraternità quasi tutta al femminile, già nei primi anni di vita contava 230 terziarie e negli anni il numero si manteneva sempre alto. Con questi numeri la Fraternità era attestata come una delle più numerose e più fiorenti della Provincia Religiosa dei Frati Minori Cappuccini di Messina in cui Valledolmo ricade. Tutti i Consigli che si sono succeduti, hanno sempre messo in atto tutte le migliori energie organizzative per celebrare con solennità, anche nella nostra comunità tutte le feste “francescane”, non sono mai mancate novene o tridui in preparazione, il giorno della festa, spesso, per solennizzare ancora di più la ricorrenza liturgica, è stato presente un frate cappuccino proveniente da Messina o Gibilmanna.

In data 5 giugno 2019 è stato sottoscritto con il Comune di Valledolmo, come fraternità francescana secolare, un patto di collaborazione per la cura, la rigenerazione e la gestione di un bene comunale urbano che riguarda un Area a verde sita in via Vittorio Veneto, ora denominata “Oasi San Francesco”, dove tra le altre piante e fiori è stato piantumato un albero di Leccio per ricordare la famosa predica di San Francesco d’Assisi che ha fatto per gli uccelli che stazionavano sull’albero. È stato, altresì, realizzato, ancora in piena pandemia, il Calendario Valledolmo 2021, Laudato Sì… per la fede, le tradizioni e per la natura che ci circonda, in perfetta sintonia con la Parrocchia. Lo spunto per la realizzazione del Calendario è venuto dal Cantico delle Creature di San Francesco d’Assisi e dall’ Enciclica Laudato Sì di Papa Francesco del 24 maggio 2015. Ogni mese del calendario è stato arricchito da 10 foto di autori diversi, di numerosi concittadini, che ritraggono la bellezza del nostro territorio: piante, fiori, animali, panorami innevati; nonché le foto dei santi che si festeggiano nella Comunità valledolmese nel mese interessato, con i richiami alle nostre antiche tradizioni di fede e devozione.

Questa iniziativa ha voluto essere occasione per dare un messaggio forte per la salvaguardia del creato tanto a cuore a Papa Francesco, ai Vescovi e a tutto il mondo Francescano. Altro argomento che caratterizza l’essere fraternità francescana è quello di aver cura dei fratelli e sorelle “ultimi”. La Fraternità da sempre e, spesso nel silenzio e con la massima discrezione, si è fatta carico negli anni di venire incontro, in varie forme e modi, con aiuti concreti. Inoltre, la fraternità è stata sempre sensibile per sostenere le “missioni” in alcuni paesi del mondo. Addirittura negli anni 70 del secolo scorso sono state offerte da un gruppo di Terziari e simpatizzanti della comunità di Valledolmo, ben 80 Bibbie che sono state spedite in Russia.

Oggi la Fraternità non ha i numeri del passato; è composta da 56 professi perpetue tra questi un solo uomo che è anche il Ministro e molte sorelle avanti negli anni che non sono più in grado di partecipare alla vita fraterna, ma sempre in comunione con tutti attraverso la preghiera e aggiornati sulle attività con un “foglio mensile di collegamento”. “In modi e forme diverse, ma in comunione vitale reciproca con tutti i membri della Famiglia Francescana”, a Valledolmo negli anni dal 1800 al 2000 sono nate 27 vocazioni alla vita religiosa di cui 9 Presbiteri e tra questi anche un Provinciale, Padre Luigi D’Andrea da Valledolmo, appartenenti tutti all’Ordine dei Frati Minori Cappuccini della Provincia di Messina, abbiamo voluto ricordarli giorno 26 marzo 2022, insieme all’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Angelo Conti e in armonia con il Parroco don Sandro Orlando, con una lapide di marmo collocata all’ingresso principale del nostro cimitero, benedetta da Padre Luigi Saladdino, Ministro Provinciale dei frati Minori Cappuccini di Messina. Alla cerimonia hanno partecipato numerosi membri della Fraternità e concittadini tra le quali alcuni familiari dei frati riportati nella lapide.

Ancora oggi San Francesco tende la mano a tutti e invita a seguirlo, abbracciando il suo ideale di vita nell’Ordine Francescano Secolare che ha fondato per i laici più 800 anni fa. In questa speciale occasione si può affermare che la missione specifica del francescano secolare è, dunque, quella di annunciare Cristo, far conoscere Cristo non solo con le parole, il che è molto facile, ma soprattutto con le opere, cosa un po’ più difficile e che richiede impegno di volontà, spirito di sacrificio, correzione del proprio carattere, preghiera costante, vita eucaristica, amore fraterno. La missione del francescano secolare è, come quella di San Francesco, intesa a ricostruire la Chiesa: “va ripara la mia casa, che come vedi, è tutta in rovina” A distanza di 130 anni della sua Erezione Canonica, la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di Valledolmo è sempre vivo in questa porzione di chiesa. La sua Regola attua i principi del Vangelo e l’ideale del Poverello d’Assisi. Giorno per giorno ci impegniamo a vivere il Vangelo nell’esperienza di fraternità aperta al servizio ai fratelli e alle sorelle, alla salvaguardia del creato e nella promozione della giustizia. Messaggeri di “perfetta letizia”, in ogni circostanza, ci sforziamo di portare agli altri la gioia e la speranza.

Pietro Calogero La Monica, Ministro OFS

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie