19.1 C
Palermo
giovedì, 13 Giugno 2024
HomeUn'aula senza confiniCuori connessi: i ragazzi dell’Istituto Guttuso in campo contro il cyberbullismo

Cuori connessi: i ragazzi dell’Istituto Guttuso in campo contro il cyberbullismo

Stamattina l’iniziativa ha visto la partecipazione dei ragazzi di una classe del plesso Vanni Pucci. Al centro dell'incontro, la storia di Santiago, adolescente che ne è stato vittima

spot_img
  • arietegemelli width=cancro
    leoneverginebilanciascorpione
    sagittariocapricornoacquariopesci
spot_img
- Advertisement -

CARINI. “Cuori connessi” è il nome della campagna nazionale di sensibilizzazione ai temi del bullismo e cyberbullismo, nata nel 2016, per iniziativa della Polizia di Stato e di Unieuro, che ha raggiunto fino ad oggi migliaia di ragazzi in tutta Italia, attraverso incontri nelle scuole. Tra questi, anche un gruppo di alunni dell’Istituto Comprensivo Renato Guttuso di Carini a cui è stata donata una copia del volume #cuoriconnessi.

I contenuti del progetto sono rivolti in particolare alle scuole italiane, con il coinvolgimento di studenti, insegnanti e genitori e sono veicolati anche attraverso un canale youtube e un sito web. Stamattina l’iniziativa ha visto la partecipazione dei ragazzi di una classe del plesso Vanni Pucci dell’Istituto Comprensivo “Renato Guttuso” di Carini guidato dal dirigente scolastico professoressa Valeria La Paglia. Spunto iniziale delle riflessioni e delle domande dei ragazzi è stata la storia di Santiago, adolescente vittima di cyberbullismo, testimone di quanto sia labile la linea che separa la serenità dal dolore e di quanto sia semplice ferire qualcuno attraverso le parole.

- Advertisement -

“Il contrasto al bullismo e alla sua forma più diffusa del cyberbullismo è una vera e propria lotta che tutti dobbiamo impegnarci a condurre”, ha commentato il docente Antonio Fundarò che ha donato i volumi ai giovani alunni testimoni autorevoli di un impegno.

- Ad -
spot_img

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Twitter

spot_img