10.3 C
Palermo
giovedì, 2 Febbraio 2023
HomeIn SiciliaSiciliaLa cura crea in-dipendenza: domani corteo a Palermo per denunciare l'emergenza crack

La cura crea in-dipendenza: domani corteo a Palermo per denunciare l’emergenza crack

L'appuntamento è a piazza Casa Professa, venerdì 4 novembre, alle 16, da cui partirà il corteo per le vie dell'Albergheria

Leggi anche

spot_img
spot_img

PALERMO. Ragionando e costruendo percorsi per provare a far fronte al complesso e urgente problema delle tossicodipendenze, è emersa la necessità di scendere per le strade in un corteo cittadino. La manifestazione nasce dalla necessità di occuparci di questioni urgenti che riguardano la nostra comunità e riteniamo che l’allargamento della rete e le campagne di sensibilizzazione possano essere strumenti e risorse per ognuno di noi. “La cura crea IN-dipendenza” è il corteo per denunciare l’emergenza crack, il grido d’allarme che parte dall’Albergheria ma riguarda tutta la città. L’appuntamento è a Piazza Casa Professa a Palermo venerdì 4 novembre alle ore 16 (concentramento) da cui partirà il corteo per le vie dell’Albergheria.

Dal 2015 da quando è nato l’assemblea pubblica di quartiere Sos Ballarò il problema della tossicodipendenza è stato spesso al centro del dibattito e si è provato ad affrontarlo in diversi modi. Negli anni abbiamo avuto delle accelerazioni e delle grosse battute di arresto. La pandemia – evidentemente – non ci ha aiutato e oggi è diventato impossibile nel centro storico di Palermo, e in particolare in alcune zone dell’Albergheria, non accorgersi dell’aumento di tutti i fenomeni connessi al consumo, spaccio di droghe, tra le quali soprattutto il crack, la cui pericolosità si avverte in maniera crescente in molte grandi città d’Europa.

Sempre più persone, giovani nella maggioranza dei casi, finiscono nel gorgo del consumo – spesso dello spaccio per procurarsi le sostanze – e questo ha un impatto sempre più forte sull’intera nostra comunità, composta dai residenti, dai commercianti, dagli studenti e dalle studentesse, dai tanti e dalle tante che lavorano nella zona. L’economia criminale creata dallo spaccio è radicata e rilevante, e ci sembra evidente come l’emancipazione da questo sistema passi anche da un investimento educativo, sociale, che fornisca veri strumenti di riscatto a chi cresce e vive all’Albergheria.

In questi anni, in particolar modo negli ultimi mesi, assistiamo attoniti all’aumento delle morti connesse al consumo di droghe pesanti nel quartiere dell’Albergheria, e non accettiamo che ogni volta tutto ciò passi in sordina, come fosse un problema esclusivo di chi, la dipendenza da sostanze, la vive sulla propria pelle e delle relative famiglie. È impossibile non vedere un collegamento fra il peggioramento drastico della situazione legata allo spaccio e al consumo di droghe e l’arretramento dello Stato nel suo complesso.

Il corteo passerà per le piazze e per i luoghi dove quotidianamente si assiste a fenomeni di consumo di queste sostanze, spazi che sono stati contestualmente teatro di importanti rivendicazioni e riqualifiche, spesso simbolo di un quartiere in trasformazione che necessita però di interventi istituzionali volti a uno sviluppo sociale e culturale che crei delle economie sane e diano vera sostenibilità ed emancipazione a questa comunità. Su tutte le piazze ci saranno interventi delle varie associazioni che hanno promosso il corteo, attualmente più di cinquanta.

PERCORSO DEL CORTEO

partenza piazza Casa Professa ore 16 concentramento
piazza Ballarò
piazzza Baronio Manfredi
piazza Colajanni
piazza San Francesco Saverio
piazza San Giovanni Decollato
via Guido delle Colonne
piazza Bologni


Per info e adesioni scrivere a info@sosballaro.it

EVENTO FB https://www.facebook.com/events/3013342345630836

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie