21.1 C
Palermo
mercoledì, 28 Settembre 2022
HomeBuone notizieNasce l'Hub Space a Mazara, spazio attrezzato e condiviso per la città

Nasce l’Hub Space a Mazara, spazio attrezzato e condiviso per la città

Uno spazio pensato per la città, con giochi a terra e altri costruiti con materiale da riutilizzo, dai ragazzi che hanno seguito il laboratorio di riciclo.

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

MAZARA. Tutto pronto per l’inaugurazione dell’Hub Space, nell’ambito del progetto #Iorestofuori, promosso dalla Fondazione e finanziato dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del consiglio dei ministri.
L’appuntamento è per l’1 aprile, alle 16, alla Caritas diocesana – Fondazione San Vito Onlus, in via Casa Santa, 41 a Mazara del Vallo.

L’Hub Space è uno spazio attrezzato e condiviso che sarà messo a disposizione dei cittadini. I colori dell’arcobaleno che già è possibile intravedere preannunciamo il clima di gioia e allegria con cui si vuole aprire alla città questa realtà, contraddistinta dal desiderio di operatività per la collettività e per il coinvolgimento dei più giovani.
Un punto di aggregazione con giochi a terra e altri ancora costruiti con materiale da riutilizzo dai ragazzi che hanno seguito il laboratorio di riciclo.
 “L’Hub Space un ulteriore passo del progetto – spiega il presidente della Fondazione, Vito Pucciocon la riqualificazione di uno spazio interno alla nostra struttura tramite la progettazione partecipata: dalle idee dei ragazzi che frequentano il progetto sono emerse le idee poi messe in pratica. Il secondo passo sarà la riqualificazione di uno spazio esterno alla Fondazione, in un’area cittadina di Mazara del Vallo“.
Per la realizzazione dello spazio sono stati seguiti valori guida come inclusione, creatività e naturalmente riqualificazione costruttiva. Nel progetto sono coinvolti 60 ragazzi (tra gli 11 e i 17 anni) che frequentano il Centro “Voci del Mediterraneo” della Fondazione che, nell’ottica della cittadinanza attiva, stanno costruendo proposte aggregative volte a sviluppare il loro senso critico, la loro attenzione al bene comune e ai bisogni della comunità civile e la conoscenza del territorio e del relativo patrimonio culturale e artistico locale. Tra gli obiettivi c’è anche quello di costruire un sistema integrato di relazioni e di reti tra i ragazzi e i diversi attori attivi sul territorio.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img