16.9 C
Palermo
venerdì, 7 Ottobre 2022
HomeCulturaArte, da Bagheria a Cammarata la mostra “Filo Rosso” di Claudia Clemente 

Arte, da Bagheria a Cammarata la mostra “Filo Rosso” di Claudia Clemente 

Esposizione, tra colori ed emozioni, in occasione della II Edizione della settimana della cultura dal 22 al 31 luglio.

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

“Filo Rosso” è il titolo della mostra personale dell’artista bagherese Claudia Clemente, presentata con la curatela dell’associazione Artra, in occasione della II Edizione della settimana della cultura dal 22 al 31 luglio presso la biblioteca comunale “Mons. Domenico De Gregorio” a Cammarata.

Una importante manifestazione voluta fortemente dal sindaco di Cammarata Giuseppe Mangiapane e dall’assessore alla cultura Alfonso Di Piazza.
La settimana della cultura sarà riempita dalle pennellata di colore, nate dalle emozioni, dal pensiero e dall’inconscio della figlia d’arte bagherese, che ormai si sta affermando per il suo grande talento ed estro. 

Un mondo quasi incantato quello che trapela dai quadri di Claudia, che rievocano i temi della natura e della vita della donna
La scelta del titolo della mostra “Il filo rosso” prende spunto dal mito di Arianna, che individua nel filo un mezzo salvifico per l’umanità. Allo stesso modo, il visitatore della mostra di Claudia Clemente, seguendo Il filo rosso troverà la giusta via per comprendere a pieno Il concetto di arte. 
L’arte è come l’acqua: prende la forma di ciò che la contiene.  Una volta è il rosso del sangue, un filo sottile che lega anime  tracciando o sfumando  il confine tra luce e ombra, un’altra volta è il blu delle profondità del mare  in cui  lasciarsi andare tra respiri intensi e apnea. Sì, l’arte è come l’acqua – racconta Claudia – che irrompe e spezza argini in chi crea e in chi, osservando l’opera,  coglie la vita che pulsa in ogni pennellata“. 
Artra è un’associazione culturale no profit con sede a Cammarata, nata dall’interesse comune per l’arte dei soci fondatori Madonia Vincenzo, Salvatore Panepinto e l’associato terzo M. F. e mira alla valorizzazione del proprio territorio artistico e culturale.

Chi è Claudia Clemente

Claudia Clemente è una pittrice, scenografa, costumista e grafica nata bagherese. Fin da piccola coltiva e accresce la sua passione per l’arte, incitata dal padre scultore Gaetano Clemente e dalla madre Rosalia Coglitore nonchè figlia di uno dei primi fotografi Bagheresi. Nel 1973 intraprende i suoi studi artistici presso l’istituto regionale d’arte di Bagheria, oggi, liceo artistico Renato Guttuso. Con eccellenti risultati, riceve al suo terzo anno il diploma di maestro d’arte in moda e costume, termina i suoi studi con una maturità d’arte applicata in oreficeria e metalli. Perseverante sviluppa le diverse tecniche pittoriche, fino a quella ultimamente padroneggiante dell’acrilico e stucco su legno. L’artista ritrae soggetti reali, reincarnate in figure mitologiche e di guerrieri eroi, che con caparbietà lottano a difesa del proprio  mondo.
Nel 2007 diviene presidente dell’associazione culturale Making – Arte&Cinema, in qualità di produttrice indipendente, scenografa e costumista viene inserita nei più importanti siti cinematografici.
Non abbandonando mai la pittura, nel 2017 fonda assieme a una collega artista la Claro by Marking, che ancora oggi si occupa della realizzazione e della creazione di accessori moda, abbigliamento e complementi di arredo fatti e dipinti a mano, che raffigurano la reinterpretazione dei temi e delle tradizioni siciliane. 
Vincitrice per due edizioni del Cardillo D’oro, ad oggi, Claudia Clemente ha un notevole curriculum, grazie alle sue diverse mostre personali e collettive e alle sue numerose selezioni in diverse città italiane, come quella della galleria Spazio 40 di Roma nel 2020. Nel 2021 l’artista riceve numerose riconoscenze e premi, come il primo posto al SummerArt e l’attestato di merito al Lussemburg Art Prize. Quest’anno è stata selezionata per l’esposizione alla grande Biblioteca Angelica di Roma, al MumArt a Francavilla al Mare dalla fondazione Michetti, e alla Charm of Art al naviglio grande di Milano.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie