3.4 C
Palermo
mercoledì, 26 Gennaio 2022
HomeIn SiciliaRiva SudMediterraneo, al via la cooperazione con scuole della riva Sud

Mediterraneo, al via la cooperazione con scuole della riva Sud

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

Un milione di euro per finanziare progetti di cooperazione transnazionale o progetti di ricerca. Protagonisti, gli studenti siciliani dei corsi di istruzione terziaria e quelli degli istituti superiori dei Paesi della riva sud del Mediterraneo. Si tratta di Algeria, Giordania, Marocco e Tunisia. Le risorse sono messe a disposizione dal bando “Istruzione Superiore”. L’invito a candidare proposte è promosso da Indire nell’ambito della convenzione sottoscritta tra l’Istituto e la Regione Siciliana. L’iniziativa, inserita nel POR FSE Sicilia 2014-2020, mira ad incentivare e supportare la collaborazione degli Istituti di istruzione superiore siciliani con quelli della riva sud del Mediterraneo. Tra gli obiettivi, favorire lo scambio di buone pratiche, la definizione di progettualità congiunte, la mobilità dello staff, del corpo docenti e degli studenti. Istituti di formazione terziaria della Regione Siciliana sono le Università e le Afam: le Istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e gli ITS, gli Istituti tecnici superiori.

Coma partecipare al bando

Per partecipare al bando, che scade il prossimo 22 febbraio, è necessario presentare progetti con finalità di carattere formativo o culturale. Dovranno avere lo scopo di arricchire il capitale umano e incrementare l’occupabilità. E anche di innalzare la qualità dell’insegnamento e delle capacità professionali attraverso il potenziamento dell’uso delle nuove tecnologie. Infine, ci si prefigge di accrescere lo sviluppo di competenze linguistiche e interculturali. “La Regione Siciliana ha stipulato una convezione con Indire – ha sottolineato Roberto Lagalla, assessore regionale all’Istruzione e formazione professionale – che prevede un forte processo di internazionalizzazione della scuola e delle Università siciliane. Grazie a questo bando Università, Conservatori, Accademie di Belle Arti e Istituti tecnici superiori avranno la possibilità di costruire e proporre progetti di collaborazione con analoghe istituzioni della sponda Sud del Mediterraneo”.

La novità nel segno dell’Erasmus

L’obiettivo è “favorire le attività di ricerca, la collaborazione didattica, l’integrazione tra i giovani e il confronto internazionale”. Per la prima volta gli Istituti tecnici superiori, con questo bando, avranno la possibilità di partecipare a un progetto Erasmus. Saranno supportati nella progettazione da “laboratori digitali” condotti da Indire con la collaborazione dell’assessorato regionale all’Istruzione. Il primo laboratorio, rivolto agli ITS siciliani, si svolgerà il 15 gennaio.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Restiamo in contatto!

Social

spot_img

Newsletter

*Campi Obbligatori
spot_img

Twitter