32.1 C
Palermo
mercoledì, 6 Luglio 2022
HomeBuone praticheUn sogno diventa lavoro grazie a Policoro: Fabio si prende cura di anziani e disabili

Un sogno diventa lavoro grazie a Policoro: Fabio si prende cura di anziani e disabili

Grazie al progetto promosso dalla Cei, Fabio Federico ha dato vita alla Comunità Dolce Sentire, a Palermo. Al momento ospita otto persone. "Dare un alloggio dignitoso e tranquillo alle persone più fragili mi fa sentire bene"

Alessia Rotolo
Alessia Rotolo
Ama Palermo e il centro storico, i tre mercati, i quattro mandamenti, il Genio e la Santuzza. Segue con passione i processi partecipativi di riqualifica della città nati dal basso che stanno pian piano cambiando il volto di Palermo rendendola sempre più affascinante. Scoprire storie e raccontarle è la sua migliore capacità dettata da una passione incessante per il mestiere di giornalista

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

PALERMO. Fabio Federico, palermitano di 42 anni, sin da piccolo ha sempre frequentato la diocesi e fatto tanto volontariato, e grazie a questo ha capito che prendersi cura degli altri era la sua vocazione, che ha sviluppato negli anni insieme alla passione per il cinema. La sua parrocchia di riferimento è quella dedicata allo Spirito Santo, in via Filippo Juvara, dove ad oggi fa parte del Servizio pastorale per persone con disabilità, con l’Unitalsi è spesso andato a Lourdes accompagnando anziani e persone con disabilità, e proprio durante uno di questi viaggi a Fabio viene in mente l’idea di aprire una comunità alloggio per anziani e disabili. «Volevo – racconta – prendermi cura di queste persone con disabilità, perché spesso quando non ci sono più i genitori rimangono da sole e non sanno dove andare, lo stesso vale per le persone anziane di cui spesso in famiglia nessuno può prendersi cura».

Parla in parrocchia di questo suo sogno e grazie al progetto Policoro – promosso dalla CEI per aiutare i giovani disoccupati o sottoccupati a migliorare la propria condizione lavorativa sia tramite la formazione e l’informazione personale sia con la fondazione di cooperative o piccole imprese – nel 2015 apre i battenti la comunità “Dolce Sentire”, in corso Finocchiaro Aprile 124 che può ospitare fino a dieci persone.

«Al momento ne ospitiamo otto – continua Fabio – sei anziani e due persone disabili e insieme a me lavorano altre tre persone. Sono felice del percorso che ho portato avanti, dare un alloggio dignitoso e tranquillo alle persone più fragili mi fa sentire bene. Queste persone possono anche uscire, e con il pulmino le portiamo a teatro, anche a fare delle passeggiate nei dintorni, ci invitano le altre associazioni e partecipiamo ai loro eventi. Vengono i seminaristi a fare la catechesi, le associazioni ad aiutarci, insomma siamo riusciti a creare una bella comunità».

Un passo molto importante che senza l’aiuto di Policoro forse non avrebbe mai fatto: «Il progetto Policoro mi ha accompagnato all’apertura della comunità in ogni passaggio burocratico – continua Fabio – dalla richiesta del prestito in banca, alla ricerca dello spazio, li devo ringraziare molto soprattutto perché mi hanno spronato a fare questo passo, io da solo non avrei saputo da dove cominciare».

Tanti sono i progetti che Fabio Federico vede nel suo futuro: «Nei prossimi anni vorrei concentrarmi di più su un centro diurno e ridimensionare il servizio notturno – spiega – e fare di giorno tante attività teatrali e ricreative per non fare annoiare e sentire ancora vive queste persone speciali».

L’altra passione del quarantenne palermitano è il cinema, ha già frequentato la scuola palermitana Piano Focale e vorrebbe mettere a frutto quanto appreso con gli anziani e le persone disabili, «mi piacerebbe fare cinema e teatro insieme a loro – aggiunge Fabio – intanto ho prodotto il mio primo cortometraggio che ovviamente non poteva che occuparsi di disabilità, si intitola “1 più Uno”, lo trovate su rai play e anche su rai cinema channel. Sono orgoglioso di questo cortometraggio perché penso che lanci davvero un bel messaggio di inclusione».

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Restiamo in contatto!

Social

spot_img