19.2 C
Palermo
domenica, 19 Maggio 2024
HomeBuone notizie"IX Memorial Melvin Bitraya Fair Play", una giornata all’insegna dello sport e del dialogo

“IX Memorial Melvin Bitraya Fair Play”, una giornata all’insegna dello sport e del dialogo

La manifestazione calcistica, organizzata al Centro Sportivo Sporting Village Tommaso Natale di Palermo e giunta alla nona edizione, collega i valori dello sport, del dialogo e del vivere comune alla memoria di Melvin, un giovane ragazzo che seguiva il sogno di intraprendere la carriera forense, e scomparso prematuramente nel 2014

Stefano Edward Puvanendrarajah
Stefano Edward Puvanendrarajah
Laureato in Comunicazione Pubblica, d’impresa e pubblicità presso l’Università di Palermo e digital marketing specialist. Racconta le realtà associative che si occupano del sociale in Sicilia e la vita quotidiana delle comunità migranti siciliane, utilizzando i nuovi media
spot_img
  • arietegemelli width=cancro
    leoneverginebilanciascorpione
    sagittariocapricornoacquariopesci
spot_img
- Advertisement -

PALERMO. Sport, dialogo, memoria e, soprattutto, la condivisione di valori del vivere comune. Questi sono stati gli elementi che hanno reso la nona edizione del “Memorial Melvin Bitraya Fair Play”, svoltosi presso lo sport Village Tommaso Natale, una giornata calcistica unica, confermata dalla presenza delle realtà istituzionali locali, dei partner, delle comunità etniche e la partecipazione attiva del Palermo Calcio Femminile Under 19.

La Famiglia Bitraya e i sogni di Melvin

Una famiglia ben inserita all’interno del tessuto sociale palermitano quella dei Bitraya che, nel tempo, ha fatto da ponte tra le proprie radici mauriziane e la realtà di Palermo. Rajendra, attivo nel settore sociale, ha instaurato nel tempo dei momenti di condivisione con le altre comunità migranti presenti nel capoluogo siciliano, attraverso lo sport e le iniziative culturali dialogando a 360 gradi con le istituzioni, in particolare nella sua esperienza con la Consulta delle Culture. Melvin era un giovane studente brillante, diplomatosi al liceo Classico Umberto I, ha poi proseguito gli studi di giurisprudenza con il sogno di poter intraprendere una carriera forense, coltivando la passione per i colori rosanero confermata dalla sua presenza in curva nord inferiore. Scomparso prematuramente 9 anni fa, continua a vivere ed essere presente attraverso questa iniziativa sportiva, divenuto un appuntamento fisso della città e di riflessione per i giovani e meno giovani. Le partita tra la squadra “Karol strutture sanitarie” e la formazione femminile del “Palermo Calcio” ha visto la vittoria della prima sulla seconda con un risultato finale di 3-1, ma a vincere è stato lo sport.

- Advertisement -

Le testimonianze dei partecipanti

Tante le realtà presenti, (Palermo Calcio, ARS, Tour&Bike, Salerno Packaging, Promotrading Italia, FIGC LND, CONI, Arthesia Aps ) e i rappresentanti della politica regionale e palermitana. “Essere qui presenti è un segno di manifestazione d’affetto e di condivisione del dolore, della memoria di Melvin, un ragazzo esemplare per il suo impegno nello studio e nell’amore per lo sport. – Dichiara Leoluca Orlando,che nella sua sindacatura ha vissuto il dramma di questa famiglia – questa iniziativa, alla quale non sono mai mancato, è un modo per ricordare i valori nei quali questo ragazzo credeva. Credo che per tutti questi valori va espressa la gratitudine e apprezzamento alla famiglia Bitraya perché hanno trasformato un dolore in un sorriso, in una speranza”.

“Sono felice di essere qui, sia in veste di deputato regionale che come amico della famiglia di Melvin – dichiara Marco Intravaia, deputato regionale all’ARS – è importante ricordarlo attraverso questo memorial e i valori che esso esprime perché rappresenta un modo di avvicinare tanti giovani non soltanto alla storia di Melvin ma anche ad avvinarli al mondo dello sport”.

- Advertisement -

Soddisfatta Daniela Tumbiolo, responsabile del Palermo Calcio Femminile che conferma la visione della società calcistica rosanero nel volere fare rete con il territorio attraverso la partecipazione a queste iniziative: “Il Palermo ha sempre abbracciato questo tipo di iniziative perché crede molto nello sport, – dichiara Tumbiolo – noi seguiamo il settore femminile, che è un movimento nuovo, e, essere stati invitati a questo torneo per questa manifestazione proprio per il motivo per cui noi siamo qua è grande orgoglio e il presidente Dario Mirri ha sempre supportato questa tipologia di manifestazione e siamo stati ben lieti e orgogliosi di poterne farne parte”.

Alberto Giampino, docente a contratto presso il dipartimento di scienze psicologiche, pedagogiche, dell’esercizio fisico e della formazione dell’Università degli studi di Palermo, ci testimonia come essere vicini a questa famiglia lo abbia “formato” in termini valoriali: “L’esperienza di vicinanza alla famiglia Bitraya mi ha permesso anche di valorizzare quello che è la socialità, quindi momenti di sport, socializzazione nel ricordo di una persona cara, nella possibilità anche di trovare fondamento per quei significati che talvolta nella società moderna vengono dispersi. Qui è un momento di gioco, di amicizia, di famiglia, penso che sia importante in questo anche la vicinanza delle comunità, nelle loro differenti espressioni, ma che si racchiudono nella comunità palermitana”.

“Siamo felici di contribuire alla realizzazione di questa iniziativa – dichiara Antonino Salerno, presidente di Salerno Packaging e delegato commercio internazionale Confindustria Sicilia, – lo abbiamo fatto col cuore, perché rappresenta un momento di vicinanza con un paese amico come le isole Mauritius che hanno trovato presso il nostro territorio una accoglienza, frutto del loro impegno attivo nell’inserimento all’interno del contesto sociale della città”.

- Ad -
spot_img

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Twitter

spot_img