34.3 C
Palermo
mercoledì, 6 Luglio 2022
HomeCulturaCastelbuono Jazz Festival compie 25 anni, ecco il programma

Castelbuono Jazz Festival compie 25 anni, ecco il programma

Ad agosto nel borgo madonita arriveranno Richard Galliano, Peppe Servillo, James Senese e i più grandi musicisti jazz. Preview il 16 luglio con Sergio Cammariere. Masterclass diretta da Enrico Intra. Il sindaco di Castelbuono Mario Cicero conferma: "ci candidiamo a Città creativa dell'Unesco"

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

CASTELBUONO (Palermo). E sono venticinque. Ininterrotti anni di note, musica, incontri, protagonisti. Venticinque anni di jazz, puro e semplice, che non ha mai abbandonato il borgo siciliano in cui è nato e cresciuto, diventando uno degli appuntamenti di punta dell’estate musicale del Belpaese. Tra i più longevi festival italiani, il CASTELBUONO JAZZ FESTIVAL festeggia il suo primo quarto di secolo, e lo fa con l’allegra presunzione di chi sa di avere pronto un programma di tutto rispetto, a partire dalla masterclass di uno dei più straordinari jazzisti: Enrico Intra, 86 anni portati con brio e leggerezza, sempre seduto al suo insindacabile pianoforte.  La rassegna ritorna nella sua interezza a Castelbuono, sulle Madonie, a qualche chilometro da Palermo: da Ferragosto, una settimana dedicata al miglior jazz internazionale, con un’anticipazione già il 16 luglio quando arriverà a Castelbuono Sergio Cammariere, sulla scia del suo Piano Nudo, l’ultimo album, interamente strumentale, dalle sonorità modern jazz. Diciotto brani solo piano in cui il ricercato cantautore calabrese si muove tra sogno e istinto. Al suo fianco, Daniele Tittarelli (sax),  Luca Bulgarelli (basso) e Amedeo Ariano (batteria). 

In contemporanea al festival avrà anche inizio per il quarto anno la masterclass di alta specializzazione in musica jazz, sostenuta dall’assessorato regionale ai Beni Culturali e diretta da Enrico Intra. La trasmissione dei saperi e la possibilità di lavorare insieme, maestri e allievi, è straordinaria – dice l’assessore Alberto Samonà – Il percorso del Castelbuono Jazz Fest è sinonimo di vittoria: dell’arte, della cultura, della musica e dei giovani”.

Il Castelbuono Jazz Festival è sostenuto dagli assessorati al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Siciliana, dall’Assemblea Regionale Siciliana, dal Comune di Castelbuono, e promosso dalla Fondazione Sicilia. “Il Castelbuono Jazz Festival è un luogo dove ci si incontra e dove crescono amicizie e rapporti – dice il direttore artistico Angelo Butera -, ma è anche un posto dove si ritorna: Enrico Intra lo fa da anni e da quattro dirige la masterclass di perfezionamento. Abbiamo aperto una finestra straordinaria su Castelbuono che ci ha accolto con trasporto: e quest’anno ci saranno nomi ancora più importanti”. 

Il sindaco di Castelbuono Mario Cicero sottolinea come “Venticinque anni non sono pochi, e segnano la trasformazione di Castelbuono, da borgo dove ad un concerto venivano 20 persone ad oggi, quando ogni appuntamento conta migliaia di spettatori. Quest’anno sono 22 i festival di qualità che hanno sede a Castelbuono e ci candidiamo a Città creativa dell’Unesco, sono solo trecento in tutto il mondo e speriamo di riuscire nell’impresa”.

Si inizia dunque lunedì 15 agosto, come d’abitudine, ma nel nuovo spazio dell’atrio di San Francesco, Richard Galliano, fisarmonicista, bandoneonista, compositore ha deciso di festeggiare i suoi 50 anni di carriera con una Carte Blancheraccogliendo in Passion Galliano, recital di sola fisarmonica tutti i suoi amori, quindi Debussy, Satie, Chopin, Granados, Legrand, Piazzolla e, naturalmente le sue composizioni.  Martedì 16 agosto, ecco ritornare Mr. Sax Man, ovvero James Senese sulla scia di James is Back, album energico e passionale nato dall’esigenza di gridare al mondo che l’amore è la strada giusta da seguire. Il sax è un’arma per difendere coloro che nella società si sentono esclusi e inesistenti: e James Senese, a 76 anni suonati, mostra energia e sano coraggio per denunciare le realtà più dimenticate. Lo accompagneranno Lorenzo Campese alle tastiere, Rino Calabritto al basso e Freddy Malfi alla batteria. 17 agosto, la dichiarazione d’amore di Giuliana Di Liberto per i cantautori, Tenco e De Andrè. Accompagnata da Giuseppe Vasapolli (piano), Paolo Vicari (batteria), Fulvio Buccafusco, la bella vocalist siciliana proporrà Ritornerai, le più belle canzoni del cantautorato italiano, e una rilettura jazzistica di Mi sono innamorata di te, Lontano lontano, Ritornerai, Io che amo solo te

Dopo Presentimento e Spassiunatamente, con cui  ha affrontato (con il dovuto rispetto) i capolavori della canzone classica napoletana, Peppe Servillo si unisce ancora una volta al Solis String Quartet per Carosonamente, il nuovo album dedicato a Renato Carosone. 

Il 18 agosto sarà un’immersione, con carezzevole ironia, tra toreri, sarracini, americani, tra una scorribanda, una vasata e una carezza. Con Peppe Servillo (voce), il quartetto formato da Vincenzo Di Donna, Luigi De Maio (violini), Gerardo Morrone (viola) e Antonio Di Francia (cello e chitarra).

Dal 19 al 21 agosto, il festival ospiterà i grandi protagonisti del jazz italiano, tre serate di collaborazioni, amicizia, improvvisazioni. La prima sera (19 agosto) i solisti:  Stefano Di Battista, Flavio Boltro, Giacomo Tantillo e Claudio Giambruno, con Giovanni Conte,  Diego Tarantino e Paolo Vicari; il 20 agosto, la Notte dei Fuoriclasse, ovvero la Piccola Orchestra CJF nata in questi ultimi anni e diretta da Antonio Zarcone, che accompagnerà le scorribande musicali di Francesco Buzzurro, Gianni Cavallaro, Giuliana Di Liberto, Gianni Gebbia, Nicola Giammarinaro, Osvaldo Lo Iacono, Giuseppe Milici,  Umberto Porcaro, Riccardo Randisi. Il 21 agosto il Castelbuono Jazz Festival chiuderà con una grande festa dei maestri e degli allievi della masterclass diretta da Enrico Intra. Presenta ogni serata, Mario Caminita. Durante la masterclass sono previsti corsi di pianoforte, sax, tromba, canto e musica d’insieme, guidati rispettivamente da Claudio Giambruno Giacomo Tantillo e Giuliana Di Liberto. Come lo scorso anno,  sotto l’egida del Consorzio Universitario e del Museo Civico di Castelbuono,  i corsi si svolgeranno all’Eremo di Liccia.

Il programma Castelbuono Jazz Festival


16 luglio | chiostro di San Francesco

FESTA DEL JAZZ DI CASTELBUONO

Ore 22 | SERGIO CAMMARIERE QUARTET

15 – 21 agosto | chiostro di San Francesco

 15/8  RICHARD GALLIANO | Passion Galliano

16/8  JAMES SENESE | James is Back

17/8  GIULIANA DI LIBERTO | Jazz per Tenco e De Andrè

18/8  PEPPE SERVILLO &  SOLIS STRING QUARTET | Carosonamente

19 – 20 – 21 agosto | JAZZ ITALIA

 19/8  — I SOLISTI

 STEFANO DI BATTISTA – FLAVIO BOLTRO – GIACOMO TANTILLO  – CLAUDIO GIAMBRUNO

Giovanni Conte  Diego Tarantino Paolo Vicari

20/8 — La Notte dei FUORICLASSE

Piccola Orchestra CJF diretta da Antonio Zarcone

Francesco Buzzurro, Gianni Cavallaro, Giuliana Di Liberto, Gianni Gebbia, Nicola Giammarinaro,   

Osvaldo Lo Iacono, Giuseppe Milici,  Umberto Porcaro, Riccardo Randisi.

21/8  – Festa di chiusura  dei maestri  e degli allievi della Masterclass

BIGLIETTI sul circuito TicketOne

16 luglio – Concerto di Sergio Cammariere: 23 euro compresa prevendita

Concerti dal 15 al 20 agosto: 17 euro compresa prevendita

Festa di chiusura: 5 euro

Abbonamento all’intero cartellone: 90 euro

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Restiamo in contatto!

Social