Home Cultura Dalla pedalata di una bicicletta il suono del pianoforte: La voce della...

Dalla pedalata di una bicicletta il suono del pianoforte: La voce della Terra

L’evento nella 52esima giornata della Terra, venerdì 22 aprile, alle 18.30, in Piazza Politeama a Palermo, in collaborazione con Legambiente Sicilia

La compositrice Floriana Franchina ideatrice dell'evento La voce della Terra

PALERMO. Biciclette che, grazie alla pedalata, alimenteranno un pianoforte che risuonerà per le vie della città per lanciare un messaggio a sostegno dell’ambiente, nella 52esima Giornata mondiale della Terra. É infatti “La voce della Terra” il nome del flash mob che, la musicista siciliana Floriana Franchina, ha organizzato in collaborazione con Legambiente Siciliavenerdì 22 aprile, a partire dalle 18.30, in Piazza Politeama a Palermo. 

“Un’iniziativa che è un modo per fare sentire proprio la voce della nostra Terra, come suggerisce il titolo dell’iniziativa – spiega Floriana Franchina – una voce che deve essere ascoltata. Come giovane donna mi sento coinvolta pienamente in questa battaglia. È impossibile rimanere indifferenti rispetto alle conseguenze che le nostre scelte hanno sul nostro pianeta, ma è invece ancora possibile nutrire speranza per il futuro. Per questo condividere momenti come questo è importante. La manifestazione – specifica – vuole lanciare un messaggio simbolico che possa far riflettere sulle azioni che l’uomo può compiere per poter rispettare le risorse della natura”.

Il pianoforte suonato dalla Franchina, infatti, sarà alimentato dall’energia elettrica fornita dalla pedalata di una bicicletta, e vedrà la collaborazione di diversi volontari pronti a sostituirsi e creare una catena di sostenibilità. L’idea è semplice: ogni singola persona può fare differenza, a partire dai piccoli gesti. 

“Tutto ciò muove le coscienze e ci aiuta ad essere più solidali nei confronti della casa che abitiamo”sottolinea la compositrice

La compositrice Floriana Franchina suonerà, nel corso del flash mob “La voce delle Terra”, alcuni brani tratti dal suo album “Halite” e uno degli inediti tratti dal suo nuovo album dal titolo “Errante”, in uscita a maggio per l’etichetta Belive Digital.

Floriana Franchina, nata a Sant’Agata di Militello in provincia di Messina, ha iniziato lo studio del pianoforte e del flauto all’età di nove anni, sotto la guida del padre. Si è diplomata con il massimo dei voti e la lode in flauto con il maestro Giorgio Zagnoni e in pianoforte con Bruna Bruno, presso il Conservatorio Giovan Battista Martini di Bologna.
É risultata vincitrice di oltre 100 concorsi nazionali ed internazionali con entrambi gli strumenti. Ha collaborato con l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado, l’Orchestra Filarmonica di Torino, il Teatro Comunale di Bologna, l’Accademia dell’Orchestra Mozart di Bologna, Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Massimo di Palermo, l’Orchestra Filarmonica di Bologna. Collabora come primo flauto con l’Orchestra Sinfonica Siciliana con la quale ha anche suonato da solista   al pianoforte nel 2017 e nel 2018 al flauto diretta dal maestro Hans-Jörg Schellenberger. Ha partecipato a diverse tournée in Giappone e in Cina con l’Orchestra Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna e in Oman con l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo. In qualità di vincitrice della borsa di studio devoluta dal Maestro Claudio Abbado e dalla Scuola di Musica di   Fiesole ha tenuto un recital per flauto e pianoforte nel prestigioso palazzo Strozzi di Firenze. Ha suonato anche presso la Royal Albert Hall di Londra in seguito alla vittoria del Grand Prize Virtuoso ed è stata vincitrice anche di una Tournée in Asia, Corea, Giappone e Stati Uniti. È attualmente primo flauto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana.