19.8 C
Palermo
lunedì, 26 Settembre 2022
HomeIn SiciliaEuromedErasmus +, studenti da Erice in Francia

Erasmus +, studenti da Erice in Francia

Gli studenti, circa 50, saranno impegnati in percorsi sulle competenze trasversali e di orientamento in aziende del settore alberghiero e della ristorazione per 30 giorni

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

TRAPANI. Dall’istituto superiore “I. e V. Florio” di Erice, da scuola capofila del progetto di mobilità internazionale Erasmus+ (KA1 VET) ‘Tailor MOB’ (che prevede 180 mobilità rivolte a tutti gli studenti degli Istituti Alberghieri siciliani in rete), è partita questa mattina una prima delegazione accompagnata dalla dirigente scolastica, Pina Mandina, per Amiens (Piccardia, Francia). L’obiettivo è quello di offrire ai giovani partecipanti l’opportunità di verificare e approfondire le proprie competenze curriculari: professionalità nell’ambito specifico di appartenenza, Turismo e Ristorazione, competenze trasversali, conoscenze culturali e preparazione linguistica. Seguiranno a ruota le mobilità con destinazione Berlino, Malta, Siviglia, Porto. Gli studenti, circa 50, saranno impegnati in percorsi di PCTO (sulle competenze trasversali e di orientamento) in aziende del settore alberghiero e della ristorazione per la durata di 30 giorni.

Il progetto prevede la mobilità anche di 30 docenti tutors che si avvicenderanno tra di loro per condividere con gli studenti e le aziende percorsi professionali. Una vera comunità in crescita, grazie a Erasmus +, e con lo sguardo all’internazionalizzazione della scuola. Promosso dall’IPSEOA “Florio” di Erice, il progetto è coordinato da REATTIVA di Firenze, e vede coinvolti 12 istituti professionali alberghieri della Sicilia appartenenti alla Rete regionale degli istituti alberghieri, che rappresenta – con i suoi 32 istituti alberghieri membri – la realtà associativa più rappresentativa, a livello regionale, dell’offerta formativa nel settore turistico-alberghiero, oltre a un ampio partenariato formato dalle più importanti associazioni di categoria, parti sociali, imprese pubbliche regionali, come Confindustria Sicilia, capaci di assicurare una forte connessione con il tessuto socio-economico di settore a livello locale e nazionale e garanzia di una efficace e duratura valorizzazione dei risultati del progetto.

Seguirà a partire dal mese di maggio il progetto IDEA della durata di due anni, tutto rivolto alla formazione di circa 50 docenti e amministrativi nell’ambito delle competenze digitali, linguistiche, clil e special neads: interessanti le destinazioni e i corsi scelti che rappresentano una vera eccellenza nell’ambito dei settori individuati ai fini del miglioramento dell’offerta formativa della scuola. Le destinazioni saranno città come Dublino in Irlanda, Helsinki in Finlandia, Menton, Parigi e Rouen in Francia,  Barcellona e Valencia in Spagna, Atene in Grecia. Ciò consentirà alla scuola di essere più europea e di conseguenza più competitiva, di accrescere, nel tempo, la qualità delle risorse umane a disposizione e migliorare la qualità del servizio offerto ai ragazzi e alle famiglie, rispondendo alla chiamata di modernizzazione e internazionalizzazione della scuola che la società impone e in linea con gli obiettivi Europa 2030.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img