16.9 C
Palermo
venerdì, 7 Ottobre 2022
HomeCulturaCon Balharā il Duomo (e il chiostro) di Monreale in versione inedita

Con Balharā il Duomo (e il chiostro) di Monreale in versione inedita

Nel fine settimana in programma visite immersive e degustazioni dei vini della Doc Monreale alla scoperta del complesso abbaziale

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

MONREALE. Tra sogno e meraviglia, tra storia, arte e gusto BALHARĀ entra nel vivo alla scoperta del Duomo e del chiostro del Duomo di Monreale tra degustazioni, visite speciali e esperienze a 360 gradi, per offrire ai visitatori il complesso monumentale di Santa Maria La Nova in maniera inedita.

CoopCulture –  in collaborazione con la Basilica Cattedrale e il Comune di Monreale, la Soprintendenza dei beni culturali di Palermo, e la DocMonreale, sotto il patrocinio dell’assessorato regionale al Turismo – ha progettato questo evento di valorizzazione, coerente con la mission del concessionario, che in questi anni ha sempre lavorato per mettere a sistema l’offerta e i servizi, offrendo ai visitatori un’esperienza di visita completa.

All’indomani del Videomapping che ha incantato migliaia di persone coinvolgendole in una esperienza suggestiva e immersiva, tra storia e realtà, venerdì e sabato dalle 18,30 nel chiostro dei Benedettini un’atra esperienza inedita per i visitatori che potranno entrare in contatto, attraverso percorsi di degustazione, con l’eccellenza vinicola delle cantine della Doc Monreale. “Il chiostro è un posto unico al mondo – racconta Mario Di Lorenzo, presidente della Doc Monrealesarà interessante veder coesistere la storia di questo luogo con la storia della viticultura siciliana. Il vino è racconto del territorio e della storia del luogo. Ciascuna azienda porterà tre vini dal Syrah al Perricone, dal Catarratto all’Inzolia”.

Siamo contenti di accogliere una manifestazione del genere in questo giorno di festa. Nella certezza che la bellezza contribuisca ad elevare l’anima, dobbiamo valorizzarla e salvaguardarla ancora di più – spiega don Nicola Gaglio Arciprete del Duomo di MonrealeIl tema del vino, tra l’altro, accompagna tutta la storia biblica, ricordiamo Noè che scopre la vite e la spreme per ottenere il vino, segno di gioia e di banchetto, di festa, di convivialità e di comunità. Tra l’altro le grandi abbazie, nel medioevo, erano fucine di prodotti legati al territorio quindi da sempre c’è stata questa sinergia

Questo weekend è previsto un programma di visite speciali per conoscere il complesso normanno in maniera inedita, sia Chiostro che Duomo, accompagnati da operatori specializzati per un’esperienza esclusiva e limitata – turni visita: alle 20 | 20,30 | 21 |  21.30 | 22 |22.30.

Rileggere il complesso abbaziale come un unicum indivisibile: è la mission di CoopCulture che ha lavorato ad un percorso di visita immersivo e inedito, unico nel suo genere – aggiunge Letizia Casuccio, direttore di CoopCulture – Scoprire il duomo e il chiostro alla luce delle stelle è un’emozione incredibile, anche attraverso la tecnologia, come la realtà virtuale che da questa estate abbiamo messo a disposizione del pubblico, invitato alla scoperta del chiostro in maniera inedita”

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img