9.1 C
Palermo
domenica, 23 Gennaio 2022
HomeBuone notizieTeatro-terapia e sartoria sociale, così i pazienti psichiatrici "accendono" la fantasia

Teatro-terapia e sartoria sociale, così i pazienti psichiatrici “accendono” la fantasia

L'impegno delle associazioni Pensiamo in Positivo e MenteLibera al fianco dei pazienti psichiatrici del CTA Ares del Dipartimento di Salute Mentale. Insieme sviluppano attività ricreative e vivono momenti di svago: "Offriamo momenti di gioia in questo contesto a volte, triste"

Lilia Ricca
Giornalista pubblicista, laureata in Comunicazione per le Culture e le Arti all'Università degli Studi di Palermo, con un master in Editoria e Produzione Musicale all'Università IULM di Milano. Si occupa di cultura, turismo e spettacoli per diverse testate online e da addetto stampa. Scrive di sociale per "Il Mediterraneo 24"

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

PALERMO. Da circa dieci anni, le associazioni Pensiamo in Positivo, guidata da Roberta Zottino, e MenteLibera, guidata da Sebastiano Catalano, lavorano a fianco dei pazienti psichiatrici del CTA Ares del Dipartimento di Salute Mentale. Sviluppano attività ricreative di teatro-terapia (“Teatro in azione”) e sartoria sociale (“RESS”, Recupero eco solidale e sociale) per favorire momenti di svago e dialogo, interrelazione e tempo libero tra gli assistiti.
Gli ospiti di quella che fu la Real Casa dei Matti, a Palermo, formano anche la compagnia teatrale “Instabile”, andata in scena, di recente, nell’Agorà del Museo Salinas e nei maggiori teatri palermitani, con spettacoli realizzati dopo 9 mesi di laboratorio.

Tutti i nostri ragazzi provengono dalle comunità terapeutiche del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASP 6 di Palermo, provengono anche dalle loro case, dalle loro famiglie, dal territorio, dai centri diurni e dagli ambulatori sempre del Dipartimento di Salute Mentale – spiega Roberta Zottino, di Pensiamo in Positivo -. Con loro svolgiamo, settimanalmente, delle attività come teatro, sartoria, scenografie, ma insieme a loro trascorriamo anche del tempo libero, in pizzeria, qualche passeggiata. Attività che consentono di portare un momento di gioia in questo contesto a volte, triste“.

La Compagnia Instabile impegna pazienti psichiatrici, operatori e volontari. In scena sono 38/40 persone. I ragazzi hanno ottenuto un riconoscimento dal Comune di Palermo, la Tessera Preziosa del Comune di Palermo.
Tra gli altri prodotti realizzati, da quelli della sartoria ai piccoli oggetti, piccoli gioielli, pitture, sculture. “Utilizziamo tanto i materiali riciclati per dare un messaggio come dal prodotto riciclato può venire fuori qualcosa di bello e di magnifico”.

Sono venti le persone assistite da MenteLibera, come spiega Sebastiano Catalano. “I nostri assistiti vengono dal CTA (Comunità Terapeutiche Assistite) Ares, alla Guadagna. Sono tutti impegnati nelle nostre attività. Il nostro laboratorio è aperto a tutte le CTA. Partecipano anche degli esterni, di altre associazioni. Molti dicono che ci troviamo nel luogo della pazzia, quando invece questo è il luogo del dolore“.

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Restiamo in contatto!

Social

spot_img

Newsletter

*Campi Obbligatori
spot_img

Twitter