17.5 C
Palermo
martedì, 16 Aprile 2024
HomeCronacaperiferieAlla Palestra Renda dello Sperone, la pallavolo delle ragazze contro la dispersione

Alla Palestra Renda dello Sperone, la pallavolo delle ragazze contro la dispersione

Si stanno allenando per i campionati regionali di Serie D e per quelli di Categoria. Sono circa 150 le ragazze e i ragazzi che frequentano l'attività agonistica nella struttura del quartiere palermitano. Alcune di loro allenano anche i più piccoli

Lilia Ricca
Lilia Ricca
Giornalista pubblicista, laureata in Comunicazione per le Culture e le Arti all'Università degli Studi di Palermo, con un master in Editoria e Produzione Musicale all'Università IULM di Milano. Si occupa di cultura, turismo e spettacoli per diverse testate online e da addetto stampa. Scrive di sociale per "Il Mediterraneo 24"
spot_img
  • arietegemelli width=cancro
    leoneverginebilanciascorpione
    sagittariocapricornoacquariopesci
spot_img

PALERMO. La Palestra Comunale “Valentino Renda” nel quartiere Sperone è stata intitolata a Valentino Renda il 5 dicembre 2015, due anni dopo la sua morte. Da quel momento la gestione di alcune attività al suo interno, quelle di pallavolo, sono passate ai figli.

“Questa struttura rappresenta tanto per noi e rappresenta un’isola felice per le ragazze e i ragazzi del quartiere”, racconta Giovanni Renda, responsabile delle attività di pallavolo, che abbiamo incontrato. “Mio papà è stato uno dei migliori allenatori di pallavolo a Palermo raggiungendo la serie A sia maschile che femminile. Oltre Palermo ha allenato in varie zone della Sicilia occidentale, come Campobello di Mazara, Castelvetrano, Agrigento, Sciacca, Caltanissetta, raggiungendo campionati di serie A. A Campobello di Mazara aveva preso una squadra di Prima Divisione portandola in A2. Era innamorato e dedito a questo sport e ai ragazzi”.

La Palestra nasce tra il 1994-1995 e si chiamava “Palestra Comunale Sperone”. Valentino Renda allenò fino al 2000 una squadra B2 prima di iniziare a lavorare nella struttura del rione.

“Cominciò a fare dei vivai e portò una squadra dalla Terza Divisione in serie D femminile, e una squadra di Prima Divisione maschile la portò in serie C. Era tutta gente dello Sperone. Oggi abbiamo una serie D maschile e una femminile, una Prima Divisione maschile, una Terza Divisione femminile, un’Under 16 e un Under 14 femminile, un’Under 19, un’Under 17 e un’Under 15 maschile. In totale sono circa 150 tra ragazze e ragazzi, dai 9 anni in su. Abbiamo diversi ragazzi che poi sono andati in serie C e B, e non si sono fermati da noi”, racconta entusiasta Giovanni Renda.

La Palestra oggi è attiva tutto l’anno, mentre l’attività agonistica va da settembre a giugno. Il valore della struttura nel quartiere è molto importante per i giovani, le donne e i bambini del quartiere, delle zone vicine e di altre zone della città che la frequentano.

spot_img

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Twitter

spot_img