16.9 C
Palermo
venerdì, 7 Ottobre 2022
HomeBuone notizieIl teatro come canale comunicativo privilegiato: ripartono i corsi della “Compagnia in Valigia”

Il teatro come canale comunicativo privilegiato: ripartono i corsi della “Compagnia in Valigia”

La presidente Gestivo: “Vogliamo condividere la nostra passione, facendo conoscere l’arte della recitazione per insegnare a mettersi in gioco”

Leggi anche

spot_img
spot_img
spot_img

PALERMO. Il teatro può essereagente di cambiamento e, quindi, manifestare la suavocazione educativa. Così gli spettacoli del gruppo di recitazione de “La Compagnia della valigia” offrono occasioni di riflessione con argomenti che richiamano l’inclusione.

Marta è una donna con disabilità costretta a stare su una sedia a rotelle ma che con astuzia e sex-appeal riesce sempre ad ottenere quello che vuole dal marito. È la storia raccontata nella commedia “Fascino a rotelle”, uno degli ultimi spettacoli della compagnia teatrale, scritto dal regista romano Dario Scarpati che utilizza il teatro come canale comunicativo privilegiato per spazzare via le convenzioni sociali che dipingono – a volte – i disabili come poveretti da compatire o single per scelta altrui.
“Fascino a rotelle” è stato portato in tour a Palermo (nei teatri Sant’Eugenio e Santa Lucia, nella scuola Padre Pino Puglisi e nel carcere Malaspina), Petralia Soprana, Scicli, Roma (teatro Elettra) e Chieti (teatro Marrucino).

“La Compagnia della valigia”, nata a Palermo nel 2015, anche quest’anno torna con dei nuovi laboratori teatrali. Le porte dello spazio in via Salita Militi, a Monreale comune nella provincia di Palermo, riapriranno il 22 settembre con due corsi rivolti a bambini (dai 6 ai 10 anni), ragazzi (dai 10 anni in su) e ad adulti. Uno spazio che conta su due anni di attività svolta dalla presidente Laura Gestivo, insieme al regista Dario Scarpati, e al resto dei membri: Antonella e Francesca Vaglica, Antonio Minasola, Sergio Coffaro, Simone Cangemi e Rosa Maria Cucco.

La nostra Compagnia in Valigia nella passata stagione – commenta la presidente Laura Gestivoha aperto un laboratorio teatrale a Monreale, capace di coinvolgere ragazzi di 17/18 anni nell’avventura del palcoscenico. L’esibizione finale, ‘I 4 Briganti’, nella piazza della città, ha catalizzato le energie di tutti in un risultato decisamente avvincente.
Quindi, replichiamo e aumentiamo l’offerta: quest’anno ci vogliamo dedicare ai più piccini, con un laboratorio ad hoc, e ai giovani fino ai 110 anni! Vogliamo condividere – prosegue – una nostra passione, facendo conoscere l’arte della recitazione, non solo ed esclusivamente perché tutti, poi, continuino la carriera di attore, ma soprattutto perché imparino a godere della magia del teatro, dello spettacolo dal vivo e si mettano in gioco. Il teatro è un gioco, ma come tutti i giochi seri, impegnativo e divertente allo stesso tempo. Contemporaneamente – conclude – continuano le nostre produzioni, a dicembre debutteremo con un nuovo spettacolo che ci auguriamo di portare in molte città della Sicilia e Monreale è in cima alla lista dei nostri desideri
“.

Caterina Ganci

Leggi anche

spot_img
spot_img

Ultime notizie